Sono salite sul pullman martedì sera, verso le 0.30, non prima di aver caricato a bordo i robot, le attrezzature varie, i bagagli e i generi di…. sopravvivenza per affrontare il lungo viaggio in verso Lipsia, Germania, dove stanno per iniziare le gare dei Mondiali di Robotica. Le ragazze della Piccola Stella, la squadra che ad aprile ha vinto i campionati italiani qualificandosi per i mondiali, sono giunte in terra tedesca nel pomeriggio di mercoledì.

Il tempo di sgranchirsi le gambe e di riprendersi dall’attraversata e poi subito sul luogo delle gare, nel palazzetto dello sport. Già, perché non c’è tempo da perdere, le gare incombono e bisogna “testare” il terreno per capire le reazioni dei robot e, eventualmente, dare qualche ritocco nella programmazione. Poi tutte in hotel per riprendere forze ed energie. La sfida per conquistare il tetto del mondo sta per cominciare ma tutti, a S.Antonino, sono d’accordo nel dire che le ragazze di terza media della Piccola Stella (Hala, Matilde, Giulia, Adele, Giorgia, Giulia) accompagnate dai supporter Alessia, Jacopo, Francesco, Antonio e Alessandro, la loro partita l’hanno già vinta.

Più che un pullman a portarle in Germania è stato l’entusiasmo di un paese intero che le ha sostenute, motivate; che ha fatto di tutto affinchè i 13 mila euro necessari per affrontare la trasferta saltassero fuori. In testa, ovviamente, c’è lei, la dirigente scolastica Susanna Tittonel che ha sciolto la riserva e martedì sera è salita sul pullman con le ragazze, le insegnanti di robotica Elena Gadoni e Paola Rocci, di inglese Manuela Vannini e di strumento (indirizzo musicale) Giuseppe Desantis e Armando Davì in veste di accompagnatore.

A sostenere la trasferta delle ragazze tantissimi santantoninesi che hanno contribuito alle varie iniziative promosse da un gruppo di genitori coordinati da Annalisa Cordola. Fino alla grigliata di giovedì scorso, organizzata dalla Pro Loco e dalla scuola in piazza della Pace”.  Alla serata era presente anche Giuseppe Piumatti, Patron di Bra Servizi, azienda leader del settore dei servizi ecologici, e della gestione rifiuti. “Quando ho letto la storia di queste ragazze mi son subito detto: bisogna aiutarle, se lo meritano. Così ho contattato la preside e l’ho invitata, insieme alle ragazze della Piccola Stella, a visitare la nostra azienda. E oggi – ha detto Piumatti consegnando un assegno a Tittonel – sono qui per dare un aiuto concreto”.