Da venerdì 2 agosto nella “Casa di Borgofranco” del Cortile di Avigliana

vini_strada_Reale_6Venerdì 2 agosto aprirà i battenti al Borgo Medievale di Torino la vetrina dei vini torinesi. Grazie alla collaborazione con il Borgo Medievale e l’Enoteca Regionale della Serra, la Strada Reale dei vini torinesi avvierà un’iniziativa a favore degli enoturisti, per accrescere la conoscenza di vini DOC prodotti nei comprensori del Canavese, della Valsusa, del Pinerolese e della Collina Torinese.

La nuova “Cantina del Borgo”, ospitata nel suggestivo ambiente situato al piano terreno della “Casa di Borgofranco, offrirà a visitatori locali e viaggiatori la possibilità di conoscere la produzione enologica torinese nelle sue diverse espressioni e tipicità locali. Lo spazio, situato nel Cortile di Avigliana, accoglieva nel 1884, quando il Borgo Medievale fu realizzato in occasione dell’Esposizione Internazionale, la sala da pranzo dell’osteria e si distingue per le pareti vivacemente affrescate e per la vista sul Po attraverso le finestre con caratteristici vetri soffiati a disco. Le decorazioni delle pareti, composte da rami intrecciati, foglie e fiori, sono ancora quelle originali del 1884, volute dall’ideatore del Borgo, l’architetto Alfredo D’Andrade. Il locale accoglierà coloro che, tra i numerosi visitatori del Borgo, saranno curiosi di esplorare l’espressione enologica dei territori torinesi. La “Cantina del Borgo” ospiterà, inoltre, le aziende vitivinicole che vorranno presentarsi al pubblico proponendo in degustazione i propri vini e fornirà una vetrina turistica a ristoranti, agriturismi, hotel e B&B soci dalla Strada Reale. L’auspicio della Strada Reale è quello di fornire spunti inediti di interesse a quanti visitano Torino, per convincerli a ritornare, ampliando l’orizzonte della visita all’intero territorio provinciale e al suo ricco patrimonio enogastronomico e storico-artistico.

L’Assessore provinciale all’Agricoltura ed al Turismo, Marco Balagna, sottolinea che “l’interesse suscitato dalla Bottega del Paniere, che ha recentemente aperto i battenti al Borgo Medievale, conferma l’importanza di disporre di vetrine delle produzioni tipiche in un complesso visitato ogni anno da circa 500.000 persone fra torinesi e turisti. La possibilità di acquistare e degustare le tipicità enogastronomiche mentre si visita uno dei luoghi più affascinanti di Torino aiuterà senz’altro i produttori del Paniere e della Strada Reale dei vini torinesi (di cui la Provincia è socio fondatore) a superare l’attuale difficile congiuntura economica. Sono convinto che, se i turisti ed i consumatori si abitueranno a riconoscere e ricercare le tipicità, le loro scelte di acquisto si indirizzeranno in futuro sempre più verso la qualità”.

vini_strada_Reale_10