logo1Studenti valsusini protagonisti della Giornata della Memoria, istituita nel 2000 per rievocare le persecuzioni subite da chi fu deportato nei lager nazisti.

Come ogni anno, in questo periodo, le scuole propongono attività in occasione della giornata della memoria.

Nel Liceo Norberto Rosa di Susa e Bussoleno,  i rappresentanti degli studenti hanno messo in agenda per lunedì 27 gennaio 2014 alcune iniziative.

Alessia Taglianetti, studentessa della 4° B del Liceo delle Scienze Umane di Susa, ha il compito di coordinare le iniziative. Perché è importante la Giornata della Memoria? “Penso sia fondamentale fare in modo – risponde – che i giovani si attivino per mantenere viva la memoria di quanto accaduto nei campi di concentramento soprattutto perché, con il passare degli anni, le testimonianze dirette vengono progressivamente a mancare”.

Lunedì 27 gennaio,  a Bussoleno, gli studenti di prima, seconda e terza assisteranno alla proiezione del film “La vita è bella” film di Roberto Benigni, vincitore di tre premi Oscar. Quindi incontreranno gli studenti di quarta e quinta che racconteranno l’esperienza vissuta con il Treno della Memoria e terranno una lezione sulla testimonianza del partigiano valsusino Carlo Carli.

A Condove, per i ragazzi della 3° D della Scuola Media, la Giornata Memoria dura tutto l’anno grazie al percorso della Memoria avviato con la prof. Cristina Borghese. Dal 27 al 29 novembre i ragazzi sono stati a Dachau, quindi hanno incontrato l’ex deportato bussolenese Ottavio Allasio. Lunedì 27 alle ore 10.30 nel salone sottochiesa gli studenti presenteranno il risultato del loro lavoro intitolato “il dolore del ricordo, il valore della conoscenza”. Sempre a Condove, per la Giornata della Memoria, l’Istituto Comprensivo e l’associazione Sillabe di Sale, daranno vita a una serata, lunedì 27 alle 21 nel sottochiesa. Protagonisti i ragazzi del paese che leggeranno poesie sul dramma dell’Olocausto.

Ancora appuntamenti per la Giornata della Memoria a:

Sant’Antonino. Giovedì 23 gennaio nella palestra della scuola media, incontro dei ragazzi della scuola elementare con Enrico Fubini della Comunità Ebraica di Torino. Da venerdì 24 gennaio al 1° febbraio nell’atrio della scuola media, mostra sulla Deportazione realizzata in collaborazione con l’Aned e il Consiglio Biblioteca. Il 26 gennaio si terrà il “Concerto della Memoria” presso la sala del Consiglio alle ore 17, ne prenderanno parte il tenore Ivo Blandino accompagnato dal pianista David Fulcheri e dalla signora Ori Sierra Lampronti, esponente della Comunità Ebraica, che porterà la Sua testimonianza. Giovedì 30, in palestra, Enrico Fubini della Comunità Ebraica incontra i ragazzi della scuola media

Sant’Ambrogio. Lunedì 27 gennaio alle 21, presso il Teatro Scuola “Gianni Rodari” di Sant’Ambrogio, serata organizzata dall’Istituto Comprensivo con il Comune, la scuola “Danza Azzurra”, i ragazzi del “Treno della Memoria”, gli alunni, i docenti e il personale della Scuola Media “Anna Frank” e delle classi quinte delle scuole Primarie “Costa” e “Rodari.

Avigliana.  Lunedì 27 gennaio, alle 8.45, all’Auditorium E. Fassino (via IV Novembre 19), momento di incontro e riflessione con docenti e studenti. Alle 9.30, proiezione del film “In darkness”, che racconta la storia vera di Leopold Socha, operaio del sistema fognario e ladruncolo a Lvov, nella Polonia occupata dai nazisti. Dopo essersi imbattuto in un gruppo di ebrei nelle fogne della città, Socha accetta di nasconderli per denaro. Quello che inizia come un mero accordo “economico” prende, però, una piega inaspettata. Tutti dovranno trovare un modo per scampare alla morte nei 14 mesi vissuti in un continuo stato di allerta. Segue dibattito. L’iniziativa è organizzata da Comune, Anpi e Comitato Resistenza Colle del Lys con le scuole di Avigliana.