I carabinieri di Susa hanno denunciato cinque italiani per ricettazione. Si tratta di R.B, 65 anni, e il figlio Luca di 27 anni, M.P., 19 anni, N.N., 31 anni, e C.C., 33 anni, tutti residenti a Bussoleno.

Nel garage di proprietà dei primi due, i militari hanno trovato due bobine di rame della lunghezza di cento metri, attrezzatura edile e centinaia di fili di rame grezzi, rubati dalla centrale Enel di Venaus e da un centro commerciale di Bussoleno. La refurtiva vale oltre 200 mila euro. I militari hanno individuato il magazzino del rubato dopo aver pedinato N.N. e C.C. e hanno atteso che i due uscissero per bloccarli ed entrare nel deposito. I militari hanno fermato anche la vedetta della banda, un 19enne, appostato poco distante dal garage con il compito di avvisare telefonicamente i suoi complici dell’arrivo delle forze dell’ordine.