Nella tarda serata di ieri, mercoledì 31 gennaio, un uomo é entrato all’interno del cantiere della C.E.A di Condove per cercare di asportare carburante da un escavatore di proprietà dell’azienda. Sul posto però è giunto il titolare che si è accorto dell’intrusione grazie al sistema di allarme collegato al telefono cellulare. Il titolare ha immediatamente chiamato il 112 e i Carabinieri di Condove e di Susa hanno arrestato il ladro, O.A., che ha altri precedenti

Il ladro, per guadagnarsi la fuga, ha lanciato alcuni oggetti contro il proprietario del cantiere per poi minacciarlo con le tenaglie e fuggire velocemente verso la Statale in direzione Torino. I militari dell’Arma lo hanno però individuato e fermato dopo un breve inseguimento.

All’interno delsuo furgone, i Carabinieri hanno rinvenuto materiale di diverso genere: 8 telefoni cellulari, 17 orologi da donna e da uomo, 1 lettore MP3 e 7 motori da frigorifero. Sono in corso accertamenti per verificare se si tratti di oggetti provento di furto.