Massima allerta in tutta la Val Sangone per l’ondata di forte maltempo che sta interessando in queste ore tutta la regione. Sorvegliati speciali il Sangone e tutti i corsi d’acqua, a monte e a valle, e i ponti.  In tutti i Comuni, (Giaveno, Coazze, Valgioie, Trana, Reano, Sangano) le scuole domani – venerdì 25 novembre – resteranno chiuse.

A Giaveno è aperta la centrale operativa, con tutte le forze di Protezione Civile in uscita sul territorio. Alle 13.30, si è tenuta una riunione del coordinamento, per dividersi le zone da monitorare. Sorvegliato speciale il Tauneri a Ponte Pietra. I livelli dei rii Ollasio e Tortorello e del torrente Sangone sono in crescita costante, ma rimangono entro i limiti di guardia, per ora. In alcune zone (Buffa, Giuè, Ponte Pietra, Gaudi e Piancera e zone limitrofe), da stamani, manca l’acqua per un problema alle tubature dell’acquedotto sul quale sta intervenendo la Smat. “Al momento sul territorio sono avvenute piccole frane, la più importante delle quali in borgata Cordria, dove sta intervenendo la Città Metropolitana – spiega l’assessore delegato Ermanno Neirotti – Ogni squadra di volontari sta monitorando tutto il territorio, l’allerta è alta perchè i bollettini Arpa danno piogge forti ancora oggi pomeriggio e questa notte. Sono previste altre due riunioni, nel pomeriggio e questa sera per fare il punto della situazione”. Annullata la manifestazione contro la violenza sulle donne prevista per venerdì 25.
A Coazze, ieri sera tardi – mercoledì 23 novembre – è crollata una baita (già precaria) in borgata Molè. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco volontari di Giaveno ed è accorso il sindaco Mario Ronco. Per precauzione sono state fatte evacuare due persone residenti nella borgata. Una frana sta creando disagi in borgata Prialli. Da stamani è in vigore l’ordinanza di accesso alle borgate solo ai residenti o per estrema necessità. “Vogliamo limitare al massimo il traffico sulle vie cittadine più a rischio” spiega il primo cittadino.
A Trana il sorvegliato speciale è il Sangone. “Smentisco le voci diffuse nelle ore passate sui social  – dice il sindaco Ezio Sada – Il ponte non è mai stati chiuso e per ora rimane aperto. Abbiamo deciso di tenere chiuse le scuole perchè lo scuolabus passa in zone prossime al Sangone, come Pianca”.

(Hanno collaborato Alberto Tessa e Riccardo Salomoni)