DSC_5762L’ora del tanto atteso e temuto esame di maturità è scoccata. Mercoledì 22 giugno, 644 allievi dei sette istituti superiori di Val Susa e Val Sangone (dei 30mila in tutto il Piemonte) sono tornati sui banchi di scuola per affrontare la prima prova scritta, il tema d’italiano. Sono giorni intensi, questi, per loro, che si concluderanno entro la metà di luglio con l’orale. Niente da fare, invece, per 38 coetanei non ammessi agli esami, ai quali toccherà ripetere l’ultimo anno.
Per 3.385 studenti più giovani, frequentanti dalla prima alla quarta dei vari indirizzi di studi, invece, le vacanze sono già iniziate da qualche giorno, una volta avuti gli esiti finali.
Sul numero in edicola tutti i dati su promossi, bocciati e rimandati.