Una lettera anonima minatoria a sfondo razzista con minacce di morte è stata recapitata lo scorso 29 luglio al Segretario Comunale di Caprie, dottoressa M.Margherita Lapaglia che, nella stessa giornata,ha denunciato il fatto ai carabinieri di Condove.
Il fatto è stato stigmatizzato dal consiglio comunale, attraverso un comunicato reso noto l’8 agosto, firmato dal sindaco e dai capigruppo.
“Prendendo le distanze da questo gesto inqualificabile – si legge nel documento – esprimiamo solidarietà e vicinanza al Segretario Comunale e censuriamo coloro i quali vogliono minare la serenità di chi svolge il proprio lavoro con impegmno e professionalità”.
“Condanniamo il gesto – proseguono i capigruppo – che non può trovare giustificazione alcuna e manifestiamo viva critica nei confronti di coloroi quali fomentano odio”.
Il comunicato ricorda poi che “il Segretario Comunale, al vertice della struttura amministrativa dell’ente, e i dipendenti, svolgono i compiti di collaborazione e assistenza giuridica nei confronti degli organi del Comune: sindaco, giunta comunale e consiglio comunale. Il segreterio é collocato a supporto dell’attività degli stessi a garanzia del corretto esercizio dell’azione amministrativa, non svolge alcuna funzione politica e agisce- termina il comunicato – nel rispetto della legalità e delle norme regolamentari avvalendosi della competenza del personale del Comune di Caprie”.