La Consulta permanente dei Consiglieri della Provincia e della Città Metropolitana di Torino ha organizzato per venerdì 1° dicembre alle 15 nella Sala Consiglieri di Palazzo Dal Pozzo della Cisterna, in via Maria Vittoria 12, un incontro sul tema “Moncenisio, storia e storie”, già oggetto negli anni scorsi di un libro di Pierangelo Chiolero, che ha proposto un viaggio sulle strade e i sentieri del colle, tra borgate e genti, colori e profumi. Le letture saranno a cura di Marina Maberto e verranno proiettate immagini storiche. Saranno esposti per l’occasione alcuni libri e pubblicazioni dedicati al Moncenisio conservati nelle collezioni della Biblioteca di Storia e cultura del Piemonte “Giuseppe Grosso”, che ha sede a Palazzo Cisterna. Di particolare interesse le “Notizie e considerazioni sull’applicazione dell’aria compressa al traforo del Cenisio e sulle questioni di priorità insorte rispetto all’invenzione dei progettati apparecchi meccanici”, scritte dal dottor Luigi Sala ed edite a Milano nel 1857 dalla Società per la pubblicazione degli Annali universali delle scienze e dell’industria.

La Biblioteca di Palazzo Cisterna custodisce anche opere edite in Francia e in Svizzera nel XIX secolo, come “Le Mont Cenis, par V. Barbier. Avec 78 gravures dessinées d’après nature par M. J. Weber”, pubblicato a Zurigo nel 1871 dalla casa editrice Orell Füssli. Interessante per la ricostruzione delle vicende storiche di Moncenisio e del passo il volume di Louise Francoz “Histoire de Dom Gabet, abbé général di Mont-Cenis et du Mont-Genèvre”, che uscì a Lione nel 1879 per i tipi della Imprimerie Catholique. In quegli stessi anni, precisamente nel 1871, la casa editrice Pineder e Smorti di Firenze diede alle stampe il “Panorama della strada ferrata delle Alpi Cozie: Moncenisio”. Di particolare interesse storico è poi la pubblicazione “Il valico del Moncenisio: importante miglioramento. Memoria letta nell’adunanza generale della Società degli ingegneri e degli architetti di Torino il 18 febbraio 1907”. L’autore è Domenico Regis e la relazione è stata ristampata a Susa dalla Tipolito Melli nel 1986. Più recenti, ma non meno interessanti: “Le valli del Moncenisio: guida escursionistica”, a cura del Gruppo ricerche cultura montana, Torino, Centro documentazione alpina, 1992; “La strada del Moncenisio e l’ospizio. La ferrovia Fell. La galleria ferroviaria del Fréjus”, di Mario Barberis, Susa, Segusium, 1996; “La ferrovia del Moncenisio ed il sistema Fell ad aderenza artificiale” di Enrico Pieri, Susa, Susalibri, 1996; “Moncenisio in guerra” di Mauro Minola, Sant’Ambrogio di Torino, Susalibri, 2001; “Moncenisio mon amour”, con testi di Mauro Carena e foto di Claudio Allais e traduzione in francese di Christiane Fundone-Allemand, Condove, Editrice Morra, 1995; “Moncenisio in cartolina: 1899-1930” di Fabrizio Arietti con prefazione di Giorgio Jannon, Grugliasco, Arti Grafiche San Rocco, 2007; “Il grande valico: memorie sul Moncenisio” di Leonardo Carandini, Segusium, 1994 (Arignano, Grafica chierese); “Moncenisio: i colori del tempo” con fotografie di Giorgio Evangelista e testi di François Forray  Mauro Minola, Il punto, 1995 (Torino, Artistica Savigliano); “Le strade. Volume 1. Una strada per il Moncenisio: da Vittorio Amedeo II di Savoia a Napoleone I Bonaparte”, a cura di Pier Giorgio Corino e Livio Dezzani, Susa, Tipolito Melli, 1986.