LIPSIA (Germania) – Mondiali di Robotica, si parte. A difendere il tricolore c’è una squadra delle  Scuole Medie di S.Antonino, La Piccola Stella, che si è qualificata vincendo i campionati nazionali a Bari, il 30 aprile scorso. Le ragazze, accompagnate dalla dirigente scolastica Susanna Tittonel, hanno già iniziato a disputare le prove e approfittano di qualche pausa per raccontare ai valsusini e ai santantoninesi, attraverso il sito de La Valsusa, le emozioni che stanno vivendo. Ecco il le prime pagine del loro diario.

Mercoledì 29  giugno

o3Dopo 15 estenuanti ore di viaggio finalmente abbiamo raggiunto la meta : LIPSIA!

Subito ci siamo recati alla sede dei Campionati Mondiali ed abbiamo cercato il settore della  RoboCup Junior…  Siamorimasti meravigliati dall’immensità della struttura  e abbiamo cominciato a vedere ragazzini come noi, ragazzi più grandi, adulti correre di qua e di là oppure seduti ai tavoli di allenamento tra fili, sensori,  pc di ogni tipo,  in un silenzio strano viste le numerose persone presenti, un silenzio in cui però si potevano sentire i neuroni al lavoro!

Con i nostri badge abbiamo raggiunto la nostra postazione di lavoro e abbiamo controllato lo stato dei nostri robots dopo il viaggio, per essere pronti al giorno dopo.

Le nostre compagne  hanno iniziato presto  a provare la performances. Dopo circa un’oretta siamo andati all’albergo che più o meno dista circa mezzora dal luogo dove si disputa la RoboCup.

Dopo cena di nuovo al lavoro, per preparare l’intervista tecnica del mattino dopo e la prima  performance; sono 19 i paesi con cui confrontarci provenienti da tutti i continenti. Il “gioco” è piuttosto serio e duro, ma siamo determinati a dare il meglio di noi

Giovedì 30 giugno

img37 (1)Dopo colazione siamo subito partiti per le gare. Siamo arrivati nel nostro padiglione e abbiamo terminato le prove frenetiche per l’intervista tecnica. Le regole di gara infatti prevedono non solo l’esecuzione della performance con i robots, ma altre due attività impegnative e importanti: l’intervista a porte chiuse con i giudici per spiegare il tipo di robot usati, i software utilizzati, l’interazione, le caratteristicvhe tecniche. La seconda prova, noi l’avremo venerdì, consiste nella presentazione al pubblico (in inglese) degli aspetti tecnici

Alle due  abbiamo fatto la nostra 1° gara che è andata bene. Nel corso del pomeriggio abbiamo fatto soltanto prove per perfezionare la performance e abbiamo girato il luogo ammirando alcuni favolosi robot…come quelli della KUKA che è uno sponsor della RoboCup.

o2Entusiasmanti i robot umanoidi che giocano a pallone in squadra e altri robot che “lavorano” interagendo con noi al suono della voce.

Abbiamo guardato con attenzione il lavoro delle altre squadre; ci sono robot molto complessi … Germania Giappone Corea sono decisamente bravissimi… Incrociamo le dita!!!

Venerdì 1° luglio 

Le performance continuano…quest’anno le regole sono cambiate e sono decisamente importanti la complessità dei robots, la loro inter azione, la capacitaà di spiegarne il funzionamento in modo tecnico preciso e puntuale.

Oggi la presentazione tecnica dei robots…in inglese naturalmente.

La nostra squadra è stata brava ed accattivante, ci sono però altre squadre che hanno presentato una quantità superiore di robots e dal funzionamento più complesso.

Il punteggio non è stato reso ancora noto.

A mezzogiorno sorteggio per la composizione dei Super teams!!!

Dopo le competizioni delle squadre, infatti, é prevista una gara tra gruppi di squadre, che avranno una mezza giornata per interagire e programmare una nuova performance in cui dovranno interagire i robots delle diverse squadre.

La complessità della gara è evidente!

con le ragazze russe e svedesi

Le ragazze della Piccola Stella con le “colleghe” russe e svedesi

Il superteam viene costituito per sorteggio….la Piccola Stella gareggerà nel superteam con le ragazze svedesi e con quelle russe…La sorte ha costituito nuovamente una squadra tutta al femminile. Le ragazze si sono incontrate e accordate non senza qualche difficoltà (le compagne russe non parlano inglese) sui primi preparativi. Nel pomeriggio e nella sera di sabato 2 luglio bisognerà lavorare a lungo per mettere insieme la prova che rispetti i numerosi e complessi indicatori della giuria internazionale.

Stasera, venerdì 1° luglio,  tutti i ragazzi della Robocup Junior hanno avuto alcune bellissime ore di svago…una festa all’aperto per loro con giochi musica e cibo. Abbiamo avuto modo di stare di più con le nostre nuove partners ed anche di conoscere ragazzi provenienti da tutto il mondo.

 

Sabato 2 luglio

2luglio04Oggi 2^ manche…E’  andata molto bene

Sono usciti i risultati parziali, sono buoni, ma ci sono paesi insuperabili!

Dovremo attendere fino a domenica per avere i risultati definitivi.

Infatti il punteggio massimo di 100 punti è dato dalla performance, dall’intervista con i giudici che hanno valutato il progetto di lavoro, la tecnologia utilizzata, la dimostrazione tecnica al pubblico.

Gli indicatori numerosi e complessi…e le penalità possibili…tantissime!!!

Nell’attesa, senza aspettare risultati per noi non raggiungibili, siamo però molto contenti di aver dato il meglio con i risultati migliori rispetto al nostro percorso.

Ora ci prepariamo al Superteam…non siamo state molto fortunate nel sorteggio dei teams partners: Svezia e Russia. Le due squadre infatti non sono al top  della classifica!!! Hanno pochi robot e semplici ma la sorte ha dato il via ad uno superteam tutto femminile.

Oggi pomeriggio abbiamo lavorato tantissimo per preparare la nuova performance e vista l’ora non si può dire che non ci siamo impegnate a fondo!

A domani…stringiamo le dita