-Comunicato stampa-

Il 3° concerto di Organalia 2015 “Il cammino della Sindone” si terrà SABATO 9 maggio, alle 21, nella CHIESA CONFRATERNITALE DEL SANTO SUDARIO a TORINO (Via Piave ang. Via San Domenico).

Logo Organalia

Logo Organalia

L’appuntamento concertistico vuole essere una meditazione musicale sulla Passione di Gesù Cristo. Si parte dall’ingresso di Gesù a Gerusalemme (Domenica delle Palme) con un brano d’organo – sono stati tutti commissionati al compositore Giuseppe Gai, già docente ai Conservatori di Alessandria e Torino per la cattedra di organo e composizione organistica –  intitolato Hosanna Filio David al quale fa seguito l’antifona gregoriana, propria della liturgia del giorno, Ingrediente Domino. Il concerto prosegue con l’ultima cena (Giovedì Santo): il brano d’organo s’intitola Hoc est corpus meum mentre il brano vocale, scritto da Carlo Pavese, punta dritto al tradimento di Giuda Iscariota, Uno di voi. Si arriva al Venerdì Santo con la Crocifissione. Il primo pezzo per organo di questa sezione è intitolato Crucifixus subito seguito dallo Stabat Mater di Eugene Birman. Il secondo brano d’organo Commendo spiritum meum trova compimento con il pezzo corale di Massimo Lombardi Candet nudatum pectus. Il Sabato Santo è caratterizzato dal silenzio che sempre appare dopo lo stordimento provocato da tanta violenza e conseguentemente tanto dolore. Giuseppe Gai ha intitolato il suo pezzo d’organo Plange quasi virgo mentre la parte corale è affidata a Leonardo Schiavo che ha scritto Lamb of God. Infine, la Resurrezione trova compimento nella composizione organistica intitolata Regina coeli e dall’Alleluia vergato da Corrado Margutti. Protagonisti del concerto sono: l’organista Stefano Antonio Marino che siederà alla consolle dell’organo costruito da Alessandro Collino (1858-59); il Coro Femminile La Bottega Musicale che verrà diretto da Dario Ribechi. L’ingresso è a offerta libera.