Mercoledì 8 marzo, a Briançon, in Francia, è stato presentato “PROSantè”, un progetto di cooperazione transfrontaliera, frutto della sinergia fra il Centro Ospedaliero d’oltralpe e l’Asl To3, in stretta connessione con l’assessorato alla Sanità piemontese. Un progetto che recentemente è stato approvato e finanziato dall’Unione Europea per 672mila euro, di cui 430 mila destinati all’Asl To3 e alla Regione, e 242 mila all’ospedale francese. Negli anni sono state numerose le occasioni di incontro e di confronto fra la sanità valsusina e quella d’oltralpe, si pensi alle Olimpiadi 2006, ma ora la cooperazione fra le due entità sanitarie confinanti entrerà davvero nel vivo. briancon 2

Il progetto riguarda la creazione di una rete sanitaria condivisa, che faciliti il percorso dei pazienti con il riconoscimento bilaterale reciproco, e l’accesso all’assistenza sanitaria e ai diritti dei pazienti in un quadro giuridico riconosciuto. I territori del Briançonnais e delle Valli presentano molte similitudini, compresa la lontananza dai grandi centri urbani.

L’articolo completo nell’edizione in edicola.