Podio staffetta PragelatoPRAGELATO – I Campionati Italiani Ragazzi FISI di Sci Nordico “Trofeo Comune di Pragelato”, andati in scena dal 27 febbraio al 1° marzo a Pragelato, sono stati una grande festa dello sport. Tre giorni di gare, quasi una settimana di permanenza in Alta Val Chisone per molte squadre che hanno approfittato dell’evento per portare  gli atleti (classi 2001 e 2002) ad allenarsi allo Stadio Olimpico del Fondo di Pragelato alla vigilia della prova unica valida per l’assegnazione dei tricolori di specialità. Le strutture ricettive di Pragelato hanno fatto registrare il tutto esaurito in un weekend che ha visto tornare alla ribalta nazionale il Centro Olimpico del Fondo.

L’organizzazione professionale da parte dello Sci Club Sestriere, assieme alle potenzialità della struttura olimpica affidata dal Comune di Pragelato  alla Pragefondoe20, hanno riscosso ampi consensi da parte di tutti i Comitati, dalle Sci Club provenienti da tutta Italia e non ultimo dai delegati della FISI.

“Il Comitato Organizzatore formato dallo Sci Club Sestriere e dalla Pragelfondoe20 – ha dichiarato Dante Roggia alla regia dell’evento –è più che soddisfatto, direi entusiasta, di questa tre giorni di gare. Il Comune di Pragelato ci ha messo in condizioni di lavorare in maniera ottimale ed anche i 50 volontari che avevano prestato la loro opera a Pragelato durante le Olimpiadi, sia al Centro Fondo che ai Trampolini, sono stati fondamentali nell’aiutarci a preparare la pista e nell’accoglienza delle delegazioni. Un ottima prova corale per il rilancio, anche sotto il profilo agonistico, di un importante sito di sci nordico in Italia”.

Soddisfazione espressa anche dall’Assessore allo Sport della Regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris, intervenuto sabato a Casa Pragelato durante la cerimonia di premiazione tenutasi  al termine della sfilata di atleti e delegazioni per le vie di Pragelato.

Consensi anche dall’Amministrazione Comunale di Pragelato, dal Presidente FISI AOC Piero Marocco, dal Consigliere Nazionale FISI Marco Mapelli, dal responsabile tecnico delle categorie giovanili FISI Manuel Tovagliari, intervenuti in più occasioni alle premiazioni di giornata degli atleti che si sono laureati Campioni d’Italia sulle piste del Centro Olimpico del Fondo di Pragelato.

ECCO I CAMPIONI D’ITALIA CATEGORIA RAGAZZI – Venerdì 27 febbraio sono state assegnate le medaglie della specialità Gimkana. La medaglia d’oro è andata a Matteo Ferrari (Comitato Trentino/Us Dolomitica), argento per Dennis Muscarà (Comitato Valle D’Aosta/U Brusson), bronzo per Francesco Vigna (Comitato AOC/Entraque Alpi Marittime).  In campo femminile Matilde Goss (Comitato Trentino/Lavazè Varena) ha centrato l’oro, Caterina Dibucci (Comitato Molisano/Capracotta) l’argento e Anna Tazzioli (Comitato Appennino Emiliano/Olimpic Lama) il bronzo.

Sabato 28 la gara Individuale di Tecnica Classica ha visto la Gross e Ferrari bissare l’oro del giorno precedente: completano il medagliere  Andrea Gaglia (Comitato Alpi Centrali/Alta Valtellina) e Anna Rossi (Alpi Centrali/Primaluna), argento per entrambi e Caterina di Bucci (Comitato Molisano/Capracotta) e Daniel Cavaletti (Comitato Appennino Emiliano/Olimpic Lama) che si sono accontentati, si fa per dire, del bronzo.

Domenica 1° marzo si è corsa la Staffetta 3,3 km x 4 mista maschile e femminile e mista Tecnica Classica/Libera. Ad imporsi nella finale per Comitati regionali è stato il Trentino con 1103, punti davanti alle Alpi Centrali con 993 e alle Alpi Occidentali con 683. Il successo finale nella Staffetta a tecnica mista è andato alla formazione A del Comitato Alpi Centrali A, (Sara Armellini, Samuele Ramoni, Anna Rossi e Andrea Gaglia). Secondo posto per il Trentino A (Valentina Loss, Olaf Haas, Matilde Goss, Matteo Ferrari), terzo per le Alpi Centrali B (Martina Castelli, Enrico Galbiati, Veronica Silvestri, Nicolò Cusini).