Bellino e Vegni con Cassani e i Sindaci della tappaSESTRIERE – Questo fine settimana in una Sestriere, affollata di sciatori, si è parlato anche di grande ciclismo con la conferenza stampa di presentazione della 20° Tappa del Giro d’Italia la “Saint Vincent-Colle Delle Finestre- Sestriere” in programma il prossimo 30 maggio. Presenti Mauro Vegni, Direttore del Giro d’Italia, Paolo Bellino, Direttore Generale di Rcs, Davide Cassani Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Ciclismo, Beppe Conti giornalista esperto di ciclismo, Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport della Regione Piemonte, Adalberto Perosino Sindaco di Saint-Vincent, Valter Marin Sindaco di Sestriere, Gianni Poncet Assessore allo Sport del Comune di Sestriere.

Valter Marin ha fatto gli onori di casa ringraziando, oltre ai prestigiosi relatori tecnici della conferenza stampa, Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport della Regione Piemonte, Adalberto Perosino Sindaco di Saint-Vincent, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Susa, Flavio Pieroni ed anche i colleghi amministratori dei Comuni di Meana e Usseaux e dell’Unione Montana dei Comuni Olimpici Via Lattea di cui Sestriere fa parte assieme a Cesana Torinese, Claviere, Pragelato, Sauze di Cesana e Sauze d’Oulx. Marin ha sottolineato come l’Unione Montana abbia puntato, assieme ai consorzi turistici, sullo sviluppo di un pacchetto turistico dedicato agli appassionati della bicicletta. Ha spiegato come il territorio, oltre a grandi eventi promozionali come il Giro d’Italia ed il Tour de France, è pronto ad offrire centinaia di chilometri e diversi eventi tutti da pedalare nella fantastica cornice delle Montagne Olimpiche Piemontesi. Marin ha chiuso anticipando la notizia del debutto quest’anno della Gran Fondo delle Montagne Olimpiche organizzata da RCS il prossimo 2 agosto.

“È una tappa fondamentale – ha detto in apertura  Mauro Vegni –  che di fatto conclude il Giro d’Italia prima della passerella finale della Torino-Milano. Io credo che negli ultimi 50 chilometri è condensata l’essenza pura della salita con il suggestivo ed impegnativo passaggio al Colle delle Finestre. Un grande spettacolo che assegnerà in maniera definitiva la maglia rosa del Giro d’Italia 2015”.

Davide Cassani sintetizza così l’appuntamento del prossimo 30 maggio. “È la tappa decisiva di questo Giro d’Italia  da Saint-Vincent a Sestriere, sono quasi 200 km con la salita del Colle delle Finestre. Questi ultimi nove km di sterrato fanno di questa salita una delle più belle, affascinanti, difficili del Giro d’Italia. Mi aspetto grande battaglia. Non sapremo sino a quel giorno chi vincerà il Giro e quindi tutti aspetteranno questa salita e l’arrivo del Sestriere.  Ricordiamo cosa successe nel 2005 quando Savoldelli in maglia rosa si staccò dal gruppetto di testa sui primi tornati della salita ma riuscì a difendersi dall’attacco del colombiano Ruano, di Di Luca e di Simoni. Alla fine Savoldelli riuscì a vincere il Giro ma ben tre corridori finirono nello spazio di trenta secondi. Quindi quest’anno potrebbe succedere la stessa cosa”.

Nel corso della conferenza stampa della tappa decisiva del Giro d’Italia, Paolo Bellino, Direttore Generale di Rcs ha ufficializzato la notizia che il prossimo 2 agosto Rcs porterà al Colle del Sestriere una Gran Fondo di Ciclismo con partenza ed arrivo a Sestriere. “L’obiettivo – ha spiegato Bellino –  è di entrare in un circuito che è quello della “Marmotte” che vedrà gemellate quattro città alpine di Spagna, Francia, Austria ed Italia. Ci aspettiamo di avere grandi risultati: vorremmo arrivare a duplicare i numeri e i risultati della Maratona delle Dolomiti che ricordo fa 8.000 partecipanti. Ci vorrà tempo ma già quest’anno stiamo puntando per avere almeno 2.500 partecipanti”.

Cassani ha poi ricordato gli appuntamenti in bici a Sestriere e sulle Montagne Olimpiche. “Il Sestriere non è solo Giro d’Italia è anche una Gran Fondo che debutterà il 2 agosto, i vari ritiri delle Nazionali in vista dei Campionati del Mondo. Il Sestriere è ciclismo perché siamo a 2.000 metri, perché ci sono strade straordinarie, panorami unici. Anche grazie al Giro d’Italia tanti appassionati hanno scoperto il Sestriere non solo come prestigiosa meta sciistica internazionale ma come località ciclistica tra le più belle in assoluto”.

“La Regione Piemonte crede molto sul ciclismo come risorsa turistica ed economica delle nostre valli e montagne – ha affermatoGiovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport della Regione Piemonte – ed è al fianco delle Amministrazioni Comunali che intendono sviluppare progetti in sinergia con il nostro territorio”.

Beppe Conti giornalista esperto di ciclismo, autore del libro “Sestriere 80 anni di sport”, ha ricordato come Sestriere sia in assoluto la capitale mondiale dello sport.  “Basta citare solamente quattro delle innumerevoli competizioni ospitate al Colle ovvero: i Mondiali di Sci Alpino, le Olimpiadi Invernali, il Giro d’Italia e il Tour de France”.

Gianni Poncet ha sottolineato come Sestriere negli ultimi vent’anni abbia intrecciato la sua storia legata allo sci con quella del grande ciclismo. “Negli ultimi vent’anni abbiamo ospitato 3 edizioni del Giro d’Italia e 2 del Tour de France, i Mondiali di Sci e le Olimpiadi Invernali. Tutto in linea con il nostro motto: Sestriere, una montagna di Sport”.

“Mi auguro che quest’occasione – ha detto Adalberto Perosino Sindaco di Saint-Vincent – possa far nascere una sinergia in campo di turismo ed eventi tra i comuni di Sestriere e quello di Saint-Vincent che prosegue oltre quest’avvincente tappa del Giro d’Italia”.

LA 20° TAPPA – Sabato 30 maggio 2015 la penultima tappa della corsa rosa,  da Saint Vincent a Sestriere di 196 km. Una frazione di alta montagna con partenza in Valle d’Aosta ed arrivo in Piemonte ai 2.035 metri del Colle del Sestriere, il Comune più alto d’Italia. L’ultima occasione per tentare l’attacco alla maglia rosa con la mitica scalata del Colle delle Finestre,  Cima Coppi di quest’edizione del Giro (2.178 m). I corridori partiranno da Saint Vincent per una prima parte di frazione pianeggiante. Entreranno in Val Susa raggiungendo la storica città della Contessa Adelaide per darsi poi battaglia da Meana verso il Colle delle Finestre con lo spettacolare tratto sterrato di 7,8km affrontato per la prima volta nel 2005 e poi nel 2011. I corridori troveranno ad attenderli migliaia di tifosi in quella che, nel volgere di dieci anni, è diventata una delle salite simbolo del Giro. Sarà un’occasione per sferrare l’ultimo attacco alla maglia rosa ma al tempo stesso anche un’opportunità per chi la indossa di mettere il sigillo al Giro d’Italia 2015 con un successo di tappa davvero speciale. Una volta scollinato il Finestre inizierà la discesa in picchiata passando per Pourrieres, frazione del Comune di Usseaux uno dei Borghi più belli d’Italia. Chi avrà ancora gambe e fiato potrà tentare di fare la differenza lungo la salita che Pragelato, comune olimpico e sito dello sci nordico, porta al Colle del Sestriere. Chi vestirà la maglia rosa sul podio di Sestriere sarà il vincitore del Giro d’Italia 2015 dal momento che la corsa si chiuderà il giorno dopo con la passerella dei corridori da Torino a Milano.