Il giornalista cattolico non è un fanatico, ma guarda e racconta gli avvenimenti con gli occhi del cristiano, che sono quelli di Cristo”.
Sono parole di Don Fabrizio Casazza,  pronunciate durante l’assemblea dell’UCSI Piemonte, svoltasi venerdì 16 giugno, nell’aula magna della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di via XX Settembre 83 a Torino, per far ripartire in Piemonte l’associazione  formata da giornalisti e comunicatori che lavorano in luoghi e testate sia laiche che cattoliche, ma che si ritrovano come comunità in cammino condividendo un’etica della comunicazione ispirata ai principi della libertà, della verità, del rispetto dei cittadini utenti e in particolare delle fasce più deboli e meno garantite. 
Don Casazza,  sacerdote alessandrino è stato a riconfermato, di recente e  per il prossimo  quinquennio, consulente ecclesiastico dell’associazione dalla Conferenza  episcopale di  Piemonte e della Valle d’Aosta.
Ha presieduto i lavori dell’assemblea il segretario nazionale Maurizio Di Schino, che ha ricordato come “l’UCSI non sia un recinto in cui rinchiudersi, ma parte viva della Chiesa”.
Era presente anche Mauro Banchini del collegio nazionale dei garanti, che ha sottolineato “il privilegio dei comunicatori cristiani di poter parlare sia come persone di Fede che come professionisti della notizia”.
L’assemblea dei soci ha eletto per acclamazione il consiglio direttivo, che risulta composto da: Chiara Genisio (presidente), Francesco Antonioli (vice-presidente), Manuela Borraccino, Gianni Dal Bello (tesoriere),  Luca Reteuna (segretario), Patrizio Righero (seguirà UCSI Piemonte giovani), Bruno Andolfatto (si occuperà di “Raccontare il lavoro” e della Settimana Sociale di Cagliari del 26-29 ottobre 2017).
Il direttivo   è aperto al contributo di tutti i soci, che potranno essere  cooptati in base alle attività da svolgere.
E’ possibile iscriversi all’Ucsi Piemonte, per contatti: ucsipiemonte@gmail.com – Luca Reteuna 3387384950
La sede sarà presso  l’ufficio regionale delle comunicazioni sociali di corso Matteotti 11, a Torino.