Lettera del primo cittadino Domenico Usseglio per ringraziare quanti hanno contribuito alla riuscita delle operazioni di evacuazione. Pubblichiamo la lettera di ringraziamenti inviataci dall’amministrazione comunale di Chiusa San Michele in seguito all’evacuazione di domenica 22 marzo.
“L’amministrazione comunale, a conclusione ottimale dei lavori di rimozione e conseguente brillamento dell’ordigno bellico U.S.A., trovato il 10 marzo u.s. presso l’incrocio di via Torino con via Cantore Ferruccio, ringrazia tutti gli abitanti di Chiusa di San Michele per la grande responsabilita’ dimostrata nell’osservare con rispetto l’ordinanza di evacuazione dell’intero paese.
Evacuazione avvenuta con flusso regolare ed in modo intelligente, sin dalle prime ore del mattino. Si ringraziano: il 32° Reggimento Genio Guastatori della Brigata Taurinense di Torino, per la grande professionalità  dimostrata nella conduzione di tutte le operazioni; la Prefettura di Torino per il coordinamento di tutte le operazioni e per la presenza in sala operativa nella fase conclusiva; il capitano Mazzanti che ha coordinato tutte le forze dell’ordine: Carabinieri, Polizia, Guardia Di Finanza, Corpo Forestale, Polfer, le quali hanno presidiato il sito giorno e notte nei dodici giorni precedenti lo spostamento dell’ordigno e sorvegliato la sicurezza delle case nella giornata di domenica 22 marzo; la Questura di Torino per la viabilità ; il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e i distaccamenti di Susa e di Condove; la Protezione Civile della Regione e della Provincia di Torino; i sindaci dei comuni limitrofi: Condove, Caprie, Sant’Ambrogio, Vaie, Sant’Antonino; le polizie municipali dei comuni di: Sant’Antonino, Borgone di Susa, Condove, Sant’Ambrogio, Caprie, Vaie, Villardora e Chiusa di San Michele, la Comunità  Montana Bassa Valle Susa; i dirigenti dei servizi: Italgas, Enel, Smat, R.F.I., 118, Croce Rossa, Croce Verde, Asl 3, Anas, Sitaf, Sapav, Telecomunicazioni; il Ser di Condove; la Protezione Civile di Condove; la Squadra Aib di Chiusa di San Michele, il responsabile di valle e le squadre AIB dei paese vicini; il parroco don Romeo per la disponibilità  del centro di accoglienza “Salone don Rossero”; i membri del Comitato di Protezione Civile di Chiusa di San Michele; i dipendenti comunali per la loro disponibilità  e collaborazione; tutti i volontari che hanno collaborato per l’evacuazione e per l’assistenza al rientro dei cittadini nelle proprie abitazioni; tutti coloro che si sono attivati per preparare pasti caldi e dare assistenza nei punti di accoglienza: Alpini di Condove e di Chiusa di San Michele nella sede di Condove, gruppo Caritas di Chiusa di San Michele a Sant’Ambrogio. Grazie di cuore. Il sindaco, Domenico Usseglio”. Descrizione dell'allegato