dino campana rubiana

Rubiana vista dall’alto. Nel riquadro, il poeta Dino Campana

Alzi la mano chi sa che Dino Campana, geniale e visionario poeta, soggiornò a Rubiana — tra l’inverno e la primavera del 1917 – a Villa Irma, ora sede di un noto ristorante.

Durante la sua permanenza a Rubiana, il poeta autore dei celebri Canti Orfici (1914),  mantenne una fitta corrispondenza con la scrittrice e poetessa Sibilla Aleramo (Alessandria 1876 – Roma 1960), con la quale, a partire dal 1916, aveva instaurato una relazione intensa e travagliata che terminerà nel 1918.

Durante il suo soggiorno, Campana rimase ammaliato dalla bellezza, al contempo semplice e maestosa, dello scenario alpino locale: trascorse la maggior parte del suo tempo avventurandosi lungo i numerosi itinerari che tuttora attraversano la valle del torrente Messa, entrò in comunione con la natura del luogo e seppe trarne conforto e ristoro per la propria salute fisica e mentale, da tempo cagionevole.

 Per ricordare il soggiorno rubianese del celebre poeta, il Comune di Rubiana, nell’ambito del progetto Alpi Graie, palcoscenico delle Arti, il Comune di Rubiana, ha scelto di declinare in chiave contemporanea il tema della poesia, volgendo uno sguardo al proprio profilo storico di contesto ispiratore di creatività.

Numerosi gli appuntamenti

– Il concorso fotograficoLa natura che conduce Strati di rocce su strati: Dino Campana, la montagna tra sogno e suggestione”, rivolto a fotografi professionisti e amatoriali e che prende il via sabato 11 luglio alle 15.30 con la Passeggiata sulle tracce dello sguardo del poeta: visita guidata alla scoperta dei luoghi prediletti da Dino Campana, finalizzata ai partecipanti al concorso, che verranno accompagnati nel sopralluogo delle aree che costituiscono l’oggetto del bando fotografico, per approfondire la conoscenza del territorio e immortalare il panorama, lo scorcio, il dettaglio più rispondente alla poetica di Dino Campana.

Prenotazione obbligatoria, entro l’8 luglio: 338 9835089 . E mail: cultura@comune.rubiana.to.it

La conferenza  Dino Campana e il suo tempo”, che si terrà presso il ristorante La Pineta (già Villa Irma) sabato 18 luglio alle ore 17, presieduta dallo scrittore e saggista Roberto Rossi Precerutti che per l’occasione presenterà le lettere scritte durante il soggiorno a Rubiana.

Gli appuntamenti si concludono domenica 19 luglio con una giornata dedicata al poeta. Dalle 9 e per tutta la giornata nel giardino di Villa Querena saranno esposte le fotografie migliori del concorso La natura che conduce Strati di rocce su strati.  Dino Campana, la montagna tra sogno e suggestione. Alle 10, l’inaugurazione dell’Itinerario Dino Campana, che condurrà i partecipanti al punto di convergenza dei tre corsi d’acqua che danno origine al Messa, alle pendici del monte Civrari. Alle 17, nella biblioteca comunale, la cerimonia di intestazione a Dino Campana del polo bibliotecario civico con la lettura di componimenti selezionati dalla raccolta Canti Orfici a cura dei ragazzi dell’Associazione Bert Teatro e la premiazione del concorso di disegno Dino Campana e le Alpi, rivolto agli allievi del quarto e quinto anno della scuola primaria Istituto “Simone Giuseppe Girodo” di Rubiana. Alle 18 la : premiazione del concorso fotografico “La natura che conduce Strati di rocce su strati. Dino Campana: la montagna tra sogno e suggestione”.

Alle 21, nel Parco Europa:  Reading e Concerto rock melodico “l’anima mia nel sole, libera e fremente”, a cura di Thuline Andreoni e dei Whoop