amatricianaQuasi 30 kg. di pasta, 4 guanciali interi di maiale, 35 kg di pelati. Sono gli ingredienti che, la sera di domenica 4 settembre, nel corso della festa patronale, hanno permesso ai volontari della Pro Loco di S.Antonino di cucinare quasi 300 piatti di pasta all’amatriciana. Circa 350 i commensali che potevano scegliere nel ricco menu proposto, che comprendeva anche l’amatriciana con un’offerta di almeno 5 euro da collocare nell’apposito contenitore. Al termine della serata, il contenitore è stato svuotato per contare il denaro: 1.817 euro che saranno devoluti alla Protezione Civile Regionale e che giungeranno direttamente alle popolazioni colpite dal terremoto.

Solidarietà ai terremotati, sempre a S.Antonino, anche dalla Caffetteria Il Provenzale che, in contemporanea all’iniziativa della Pro Loco, ha organizzato la serata “Abbronzatissima”, dedicata agli anni ’60, ’70, 80, con mercatino, ambientazioni vintage, musica e l’immancabile pasta all’amatriciana. “Alla fine della serata – spiega il titolare Davide Orizzonte – abbiamo raccolto 400 euro che saranno versati con bonifico al Comune di Amatrice”

Servizio sulla festa di S.Antonino su La Valsusa in edicola da giovedì 8 settembre