oratorio_2Dopo i profeti della Bibbia, il Piccolo Principe, l’arca di Noè e i registi di Hollywood quest’anno animatori e capi scout si sono trasformati in feroci pirati per dare il via alla festa d’inizio anno di sabato 26 ottobre. Più di 150 tra bambini e ragazzi di tutte le età hanno letteralmente invaso il cortile parrocchiale dove, poco dopo le 15,

hanno fatto il loro ingresso la ciurma dell’Oratorio e la ciurma degli Scout sfidandosi per ottenere il controllo dei nuovi locali. Solo l’intervento del Re dei Pirati ha messo fine alla sfida e ha chiesto a tutti i partecipanti di impegnarsi in una serie di giochi a stand, organizzati dagli abitanti delle isole, per prendere il posto delle due ciurme diventando i nuovi pirati.

I ragazzi, divisi in dieci ciurme, si sono cimentati in diverse prove per ottenere degli oggetti apparentemente senza senso (tappi, bottoni, lattine, cannucce), ma che alla fine sono serviti a comporre un quadro tridimensionale. Per ottenere questi oggetti però non bastava superare le prove degli isolani, serviva infatti la collaborazione di tutta la ciurma: si, perché la collaborazione era proprio il tema di fondo di tutta la giornata, ad indicare la nuova collaborazione tra l’Oratorio e il gruppo Scout. Ma questi novelli pirati dovevano pur recuperare le forze dopo tutto questo lavoro ed ecco quindi giungere in aiuto la ciurma delle catechiste che si è impegnata a preparare una merenda con i fiocchi. Finita la merenda tutti si sono spostati in chiesa per la Messa delle 18.

Durante l’omelia, don Sergio ha invitato i bambini di seconda elementare a depositare davanti all’altare le iscrizioni per il catechismo, mentre i ragazzi degli anni successivi sono stati chiamati a dire il loro “si”, segno di impegno e partecipazione al catechismo. Catechismo che, insieme alle attività di Oratorio e Scout, riprende in questi giorni secondo il calendario stabilito.

Dopo la Messa la giornata si è conclusa con “L’aperitivo con il Boss”, organizzata da clan del gruppo Scout per raccontare il percorso sulla legalità culminato nella route estiva con l’associazione Libera, e con la partenza dell’Oratorio serale “Controcorrente” nella palestra delle scuole medie.

Tre iniziative di grande successo che fanno da prologo ad un anno ricco di proposte e attività per tutti i gusti che aspetta tutti i giovani in Parrocchia!

Mattia Davriù