Tra le 12 e le prime ore del pomeriggio di oggi, a S.Antonino nella centrale via Torino si è visto lo stesso film del  7 luglio 2014  del 14 agosto del 2015: la via principale del centro storico, a causa di un violento nubifragio, durato per quasi tutta la mattinata si è trasformata in un torrente.

Il problema è quello segnalato più volte: la fognatura della via centrale, ormai obsoleta, non ce l’ha fatta a smaltire la quantità d’acqua caduta che, soprattutto nel tratto tra la piazza e l’incrocio con via Vaie, è stata rigurgitata dai tombini.

Il sindaco Susanna Preacco lo segnalava già l’anno scorso, nella circostanza che si è ripetuta oggi: ” “In via Torino va rifatta completamente la fognatura e l’intervento è inserito nel programma pluriennale della Smat (la Società torinese che ha in gestione l’acquedotto e la depurazione delle acque). Si tratta di un’opera ciclopica che vale circa 4 milioni di euro. Il progetto c’è ma tocca alla Smat far partire i lavori che, tra l’altro, dureranno circa un anno durante il quale cittadini e operatori commerciali si troveranno ad affrontare parecchi disagi. La nuova fognatura dovrà essere realizzata in un solo lotto e dovranno essere risistemate tutti i servizi sotto il manto stradale”.

La domanda sorge spontanea. Quando verranno realizzati i lavori? Smat, se ci sei batti un colpo.

Bruno Andolfatto