Trasporto ferroviario metropolitano e Torino-Lione, binomio inscindibile. E’ quanto emerge dall’incontro che si è svolto oggi , convocato dalla Regione Piemonte, richiesto dall’assessora Lapietra della Città di Torino, con i Comuni di Orbassano, Grugliasco, Beinasco, Avigliana, Bruino, Piossasco, Rivalta di Torino, Rivoli, Volvera, della Città Metropolitana e delle Circoscrizioni 2 e 3 di Torino.

Al centro dell’incontro, i progetti delle opere in anticipazione della tratta nazionale della Torino-Lione sulla linea ferroviaria FM5, alla Stazione San Luigi (Orbassano) e alle fermate Quaglia-Le Gru (Grugliasco) e San Paolo (Torino).
I funzionari RFI (Ferrovie) ha presentato i progetti e il Commissario di Governo Paolo Foietta ha spiegato ancora una volta le motivazioni per cui tali progetti sono parte integrante dell’Asse Ferroviario Torino-Lione.
Sono poi state esaminate le problematiche e le soluzioni prospettate per il collegamento della Stazione San Luigi ai diversi padiglioni dell’Ospedale. Tra le proposte, la creazione di un servizio di navetta quale soluzione di problemi, già esistenti, di accessibilità ai diversi padiglioni dell’ospedale. Soluzione confermata dal Dott. Franco Ripa, Commissario dell’Azienda Ospedaliera.
All’incontro sono intervenuti, oltre all’Assessora ai Trasporti della Città di Torino, Maria Lapietra, i Sindaci di Rivalta di Torino, Avigliana, Beinasco, Grugliasco e Orbassano.
L’Assessore Regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, ribadendo la diretta connessione del progetto con l’Asse Ferroviario Torino-Lione, ha proposto  di procedere in tempi brevi all’iter autorizzativo dell’infrastruttura FM5 e della Stazione San Luigi, comprensivo del relativo Movicentro, già interamente finanziato dal Governo e di convocare, entro il 31 maggio i sindaci dei Comuni interessati, per la sottoscrizione del nuovo Accordo di Programma, relativo alle fermate Quaglia-Le Gru e San Paolo, al fine di sbloccare la progettazione definitiva delle stesse, con entrata in esercizio entro il 2021.

“L’incontro – ha detto il commissario di Governo Paolo Foietto  – ha chiarito, una volta di più, che FM5 e le sue stazioni e fermate costituiscono parte integrante dell’asse Ferroviario Torino-Lione; il progetto presentato è il risultato di una lunga fase di discussione e concertazione condotta nell’ambito dell’Osservatorio, che conferma così il suo ruolo fondamentale. Riconfermo nuovamente la mia disponibilità a confrontarmi nel merito del progetto di FM5 e dell’Asse Ferroviario Torino-Lione con tutte le Amministrazioni che lo vorranno, anche quelle che hanno scelto di autoescludersi dall’Osservatorio”.
Per lAssessore Regionale, Francesco Balocco, “al di la delle posizioni ideologiche di chi contrasta la Torino-Lione, abbiamo voluto in questa riunione entrare nel merito delle diverse questioni tecniche. Ribadita da tutti l’utilità di FM5, per il sistema della mobilità dell’area metropolitana, sarà nostra funzione favorire la velocizzazione delle procedure autorizzative; naturalmente, in sede di Conferenza dei Servizi, terremo conto di tutti coloro che, con spirito costruttivo, vorranno proporre soluzioni tecniche migliorative”