Ad accendere la miccia è il capogruppo di una delle due minoranze di Rubiana, Fabio Bronuzzi in una dichiarazione pubblicata su La Valsusa di oggi, giovedì 27  luglio. La causa: il trasferimento dell’esercizio delle funzioni socio-assistenziali dall’Unione Montana Alpi Graie al Consorzio Intercomunale Ciss di Ciriè deciso in occasione del consiglio dell’Unione Montana di martedì 25 luglio.

Che cosa significa? Che Rubiana (entrata a far parte da qualche tempo dell’Unione Alpi Grazie) lascerà il Conisa per andarsene a Ciriè?

Secondo Bronuzzi è così : “I cittadini più deboli, coloro che hanno maggiori necessità di servizi socio – assistenziali, dovranno fare riferimento a Ciriè”.

Scenario decisamente smentito dal sindaco di Rubiana (e presidente dell’Unione Montana Alpi Grazie) Gianluca Blandino: “La delibera approvata mette solo in ordine le funzioni associate socio assistenziali, inglobando alcuni Comuni finora non compresi. Ma per Rubiana nulla cambia. Per i servizi sociali i rubianesi continueranno a far riferimento al Conisa Valsusa. L’ente funziona e ci troviamo benissimo, non avrebbe alcun senso cambiare e creare disagi ai cittadini”.