Manca ormai soltanto più una decina di giorni alla 29ma edizione del Memorial Partigiani Stellina, gara internazionale di corsa in montagna, ideata per ricordare gli uomini del comandante Aldo Laghi, none di battaglia di Giulio Bolaffi, che nell’agosto del ’44, alle pendici del Rocciamelone, esattamente alle Grange Sevine, vinsero una famosa battaglia contro i nazifascisti.

L’edizione di quest’anno sarà molto particolare, soprattutto perchè sarà la prima senza la presenza fisica di Adriano Aschieris, fondatore e già presidente della società organizzatrice, l’Atletica Susa, ed in ultimo presidente regionale della Fidal,  promotore di questo grande evento di sport fin dal suo sorgere. adry2

Adriano, che è scomparso prematuramente il 15 febbraio, sarà ricordato con una competizione di corsa in montagna giovanile, che si correrà sabato 26, anteprima della Stellina Race, gara valida come terza prova del campionato regionale.

Ma veniamo agli atleti protagonisti di questa nuova edizione della competizione più classica dell’estate valsusina.
Al via saranno presenti come sempre atleti di livello internazionale e mondiale, perché la Stellina è valida come 5a tappa della Coppa del Mondo di corsa in montagna, WMRA World CupRace.

La gara segusina va ad ultimare una rassegna che ha visto gli atleti misurarsi sulla Bolognano-Monte Velo ad Arco di Trento (28 maggio), nella Muttersberglauf a Bludenz (Austria, 4 giugno), a La Montée du Grand Ballon a Willer-sur-Thur (Francia, 11 giugno) ed anche sul percorso del Campionato mondiale di Premana (30 luglio). DSC_0387

Dopo le prime quattro prove, in testa alla classifica iridata ci sono l’azzurra Alice Gaggi (La Recastello Radici Group) e l’eritreo Petro Mamu, uno dei campioni più attesi al via dello Stellina, visto che questa sarà la sua prima volta sui sentieri partigiani, ai quali giungerà dopo aver vinto tutte le precedenti prove di Coppa del Mondo.

Ma a rendergli la vita difficile ci penseranno tutti i migliori atleti del momento, tra cui gli specialisti azzurri, allenati dal tecnico segusino (nonchè presidente dell’Atletica Susa) Paolo Germanetto. DSC_0393
Sarà dunque presente al via Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana), fresca medaglia d’argento ai mondiali di lunghe distanze proprio alle spalle di Mamu.

Ma soprattutto sarà allo start sotto l’arco di Augusto anche il campione europeo in carica, il valdostano Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe), attuale secondo nella classifica mondiale di Coppa. chevrier

Ci saranno naturalmente anche i gemelli Bernard e Martin Dematteis (Corrintime) che, con Chevrier e il trentino Cesare Maestri, hanno regalato all’Italia l’argento a squadre nel Campionato Mondiale di Premana. bernard e martin dematteis

Inoltre, Martin è il detentore del record sul percorso, della Stellina, mentre per Bernard la sfida per la vittoria a Costa Rossa è ancora aperta. 

I Dematteis sono inoltre i testimonial di “Sport e Resistenza”, un progetto che riguarda la corsa in montagna sui sentieri partigiani, promosso e patrocinato dalla Regione e sostenuto dal Comitato piemontese della Fidal. Tra le donne, è certa la presenza della britannica Sarah Tunstall, terza ai recenti campionati mondiali di Premana, e vincitrice della Coppa del Mondo nel 2015.sarah tunstall

La prova internazionale di domenica 27 agosto, come detto in apertura, avrà un’interessante anteprima sabato 26 con la gara regionale giovanile, il cui ritrovo è fissato alle 13.30 in piazza Oddone, con partenze dalle 15, suddivise per le varie categorie.

Anche per i giovani atleti, partenza dall’Arco di Augusto e arrivo al Castello della Contessa Adelaide.

Dopo, alle 17.45, nuovo grande appuntamento da non perdere per la prima “Corri con Adri”, corsa di 1 km con tanto di musica, emozioni e amicizia, aperta a tutti, con ritrovo in piazza Oddone, sempre nel ricordo di Aschieris.

Alle 18.30 sarà ancora il Castello della Contessa Adelaide a fare da cornice alla cerimonia ufficiale di consegna dei pettorali ai top runners della Stellina Race.
Domenica 27 agosto, la partenza è fissata per le ore 9 dall’Arco di Augusto.

Al termine della prova competitiva, alle ore 11 circa, manifestazione partigiana a Costa Rossa, sulla montagna di Mompantero, in ricordo della battaglia delle Grange Sevine.
Questo il programma delle gare di domenica 27: Juniores femminili: partenza da Susa (Arco di Augusto), arrivo in località Braida (3750 mt.-dislivello +290/-30 mt); Juniores maschili: partenza da Braida, arrivo a Costa Rossa (mt. 7280- dislivello + 1155 mt); Pro/Sen/Sen Master maschili e femminili: partenza da Susa (Arco di Augusto), arrivo a Costa Rossa (11030 mt-dislivello +1450/-35 mt).
Le iscrizioni sono aperte.

Per i tesserati Fidal entro e non oltre le ore 24 di giovedì 24 agosto, direttamente dal servizio on-line della propria società o, eccezionalmente, a: sigma.piemonte@fidal.it.

Iscrizioni sul posto anche sino al giorno della gara.

Giorgio Brezzo

Nelle foto: Adriano Aschieris, Alice Gaggi con Paolo Germanetto, Francesco Puppi con Paolo Germanetto, Xavier Chevrier, Bernard e Martin Dematteis, Sarah Tunstall. In apertura, Petro Mamu