La Valle di Susa brucia da più di una settimana. Siccità, vento, incuria e (spesso) il dolo da parte dell’uomo hanno alimentato le fiamme.  Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Aib, Carabinieri Forestali, Croce Rossa, sindaci, apparati comunali, volontari, sono da giorni impegnati per far fronte all’emergenza.

Agire è importante. Altrettanto importante riflettere e pregare. Ecco quindi la proposta dei Frati e delle Suore Francescane che invitano a una veglia di preghiera, questa sera, lunedì 30 ottobre alle 21 nella Chiesa di San Francesco a Susa.

“Sarà un momento di riflessione e preghiera, di solidarietà, di richiesta di perdono – spiegano i promotori -. Credenti e non credenti insieme per ascoltare la religiosità della terra che ci chiede di prendere la responsabilità della casa comune. Sarà un’occasione per abbracciarci, farci coraggio, pregare, riflettere.  Francesco di Assisi – si legge nell’invito – ci aiuterà a dire grazie a tutti coloro che stanno lavorando per la nostra valle; a dire grazie al Creatore; a dire “I care” (“mi sta a cuore”) la creazione che qui ora piange”