Arriveranno presto i primi dieci milioni delle compensazioni previste per la costruzione della linea ferroviaria Torino-Lione. Il Cipe, infatti, si riunirà domani, giovedì 24 novembre, per approvare la delibera sulle opere compensative.
Lo ha annunciato oggi, mercoledì 23 novembre, il Commissario di governo per l’opera, Paolo Foietta, in una audizione della 2/a Commissione della Regione Piemonte dedicata al tema delle opere compensative per la Valle di Susa.
Foietta ha ricordato che “le prime delibere del Cipe per le opere compensative della Torino-Lione risalgono al 2012-2013” e
che il ministro Delrio “ha proposto un aumento dagli iniziali 42,5 milioni a 102-112,5 milioni”. Risorse che sempre su
indicazione di Delrio, “non dovranno essere rotonde o arredo urbano, ma opere durevoli e reali miglioramenti territoriali
nell’ambito di un piano strategico più complesso”.
Chiomente e Susa sono i primi comuni della Valle interessati dalle opere e da tempo i sindaci lamentano ritardi e lungaggini burocratiche nella erogazione delle risorse. “Sono contrario all’opera, ma costretto ad accettare le compensazioni – ha dichiarato all’agenzia Ansa il sindaco di Susa, Sandro Plano -. Non le ritengo compensazioni ma opere dovute alla collettivitù . C’é troppa burocrazia per l’utilizzo di queste risorse”.