ALMESE – E’ stata inaugmostra almeseurata lo scorso primo giugno presso il Ricetto Torre San Mauro, in borgata  San Mauro ad Almese, la mostra d’arte “Terra Aria Fuoco Acqua”, dedicata ai quattro elementi fondamento della vita. Una mostra a “tutto tondo”, di pittura, scultura e ceramica, in cui ogni artista interpreta l’elemento a lui congeniale, portando al pubblico una visione personalissima e nel contempo di coerenza al tema proposto. La prima sala si apre con le sculture di Luca Germena, che interpreta l’elemento “Terra”. L’artista infatti vive in profonda simbiosi con la natura e nella natura lui cerca le sue radici di alberi che diverranno poi le sue “creature silvestri”. Il cielo della vita diventa così simbolicamente, nelle sue intuizioni, il passaggio dalla radice o dal legno, ormai esausto, all’animale che vola o che si muove e che, dunque, nuovamente vive nel soffio creativo dell’arte, grazie al gesto d’artista”. L’artista Maria Paglia, “Mariella”, interpreta nella seconda sala l’elemento “Fuoco”, in quanto ceramista raku, e si serve di questo elemento per portare a compimento le sue creazioni. Così scrive di lei Maria Giulia Allemano: “Maria Paglia depone erbe, fogli e fiori sull’argilla come su un letto d’amore, perché le impronte siano segno e traccia del suo stupore e della sua commozione. Questo rituale arcaico ed intimo vissuto in silenziosa solitudine, è la sua ricerca dell’essenza, la sua meditazione, ed è anche desiderio e modo di trasmettere serenità e gioia attraverso i suoi oggetti, perché terra e fuoco “amandosi” a quasi mille gradi, sempre ci lasciano uno straordinario “messaggio di pace”. Nella terza sala l’artista Ivo Bonino interpreta  l’elemento “Acqua”. Nelle sue opere l’artista racconta la natura calandola nella sua interiorità ricca di poesia e di silenzio. Nelle opere che presenta in questa mostra d’arte, ci si potrà immergere in uno spazio senza tempo, ove lo scorrere di un fiume, la bellezza di un lago o di uno stagno, riporterà delicatamente l’attenzione sul tema della mostra. Nell’ultima sala l’artista Venere Chillemi interpreta l’elemento “Aria”: le opere sono frutto dell’ultima sua evoluzione artistica, facenti parte della serie “Galassie”. Sono opere create in uno stato di ascolto interiore, quasi una meditazione;  l’Infinito si apre davanti al fruitore, portandolo a vivere la sensazione di librarsi nell’aria, con la leggerezza di una “foglia nel vento”. La mostra sarà aperta al pubblico durerà fino al 23 giugno con i seguenti orari: venerdì e sabato ore 16 – 19 e domenica ore 15 – 19.
L.V.