ALB_8589Cota a Susa

L’ultima notizia è di mercoledì 2 ottobre, con l’ennesimo incendio nel cortile di un’impresa che lavora al cantiere Tav di Chiomonte: un escavatore è  stato dato alle fiamme, in pieno giorno. L’attentato incendiario ha colpito la Geomont di Bussoleno. E’ stata la moglie del titolare a dare l’allarme. Un fatto accaduto due giorni dopo la visita del presidente della Regione Cota a Susa, per esprimere “vicinanza alle imprese minacciate e sabotate”, al sindaco di Susa (“che ha saputo amministrare la città in anni difficili”) e alle forze dell’ordine impegnate per sorvegliare il cantiere della Maddalena. Con una notizia: Finpiemonte aprirà presto una linea di credito per sostenere le ditte valsusine che, recentemente, “si sono viste negare finanziamenti dagli istituti bancari a causa degli atti di violenza subiti”.

Gigi Giuliano e Angelo patrizioEtinomia a Vaie

E’ possibile un’economia a “chilometri zero”, che dica no alle grandi opere e che crei comunque opportunità di lavoro? La sfida è stata lanciata da Etinomia nello scorso week end a Vaie con una tre giorni intitolata “Stati Generali del Lavoro”. Scopo della manifestazione: andare oltre la questione Tav, aggregare le esperienze e farle diventare motore di qualcosa di nuovo per far scaturire delle buone pratiche da attuare quotidianamente ma anche vere e proprie proposte di legge. Otto i tavoli che hanno discusso concretamente e a lungo per arrivare a formulare delle proposte pratiche di medio e lungo periodo. L’incontro di Vaie avrà presto un seguito con la convocazione degli Stati Generali dell’Agricoltura con idee e proposte per il recupero della vita e dell’agricoltura di montagna.