Condove, albero caduto su un'abitazione in viale Bauchiero

Condove, albero caduto su un’abitazione in viale Bauchiero

Tetti scoperchiati, semafori abbattuti e segnali stradali divelti, alberi buttati giù. E’ il bilancio di 4 giorni ininterrotti di vento, con raffiche superiori ai 100 km orari.

Fino a questo momento un solo incendio boschivo, martedì 31 marzo in località Cattero di Susa, frazione Coldimosso sotto la discarica di Mattie. Tetti scoperchiati a Bussoleno (la Statale 25 martedì é stata chiusa al traffico per alcune ore e a Vernetto (Chianocco). Un albero lunedì è caduto su un’auto, poco dopo le 22, a Chiusa San Michele, sulla Statale 25. Illesi i tre occupanti.

Lunedì, sera a Caprie, intorno alle ore 19,30, il ramo di uno dei pini su viale Kennedy, all’altezza della farmacia, è stato spezzato dal forte vento, che lo ha fatto precipitare sul vicino cavo elettrico. Nell’impatto, il cavo si è tranciato, provocando una fiammata che, però, non è riuscita ad incendiare il pino.  Problemi anche alle borgate di Caprie dove sono caduti alcuni alberi sulla strada di collegamento con Peroldrado. Anche a Villar Focchiardo,  il vento ha abbattuto alcuni albero interrompendo alcune strade private, pubbliche, e di montagna, presto liberate dagli Aib. E a Condove il forte vento ha fatto cadere un pioppo su una casa (dove un tempo c’era l’Antica Locanda Piemonte) in viale Bauchiero. Uno dei proprietari, Lillo Bertolino, ha visto la scena in diretta.

Vittime del vento a Chiusa di San Michele sono stati soprattutto i tetti delle abitazioni più alte. Martedì 31, alle 18,30, le tegole del codominio di via 8 Maggio hanno iniziato a cadere sulla strada, che è stata chiusa al traffico. Situazione analoga in via Pragallo, dove le tegole di una delle case più alte sono cadute in strada. Alcune piante sono cadute nelle aree periferiche del paese: al laghetto da pesca, in zona Barconera e in zona Vernetti.

A S,Ambrogio il vento si è abbattuto con violenza sugli edifici pubblici.  Alcuni di essi hanno perso diverse tegole e anche la casa protetta ha riportato danni.

Vacanze anticipate, invece, per i bambini delle elementari e della scuola dell’infanzia di Vaie: il vento infatti ha fatto cadere alcune tegole, suggerendo al sindaco e al dirigente scolastico di chiudere l’edificio per motivi di sicurezza.

Situazione critica anche in Valsangone con alberi caduti, strade interrotte, pali telefonici e dell’illuminazione a rischio, e perfino un tetto sfondato in una Cascina a Trana

Fotogallery