Piero Gros in Vespa con la medaglia olimpica

Piero Gros in Vespa con la medaglia olimpica

A ricordarlo, il 14 febbraio  sulla sua pagina Facebook, è Pierino Gros. “Quaranta anni fa in questa giornata particolare (San Valentino) vincevo l’Oro Olimpico a Innsbruck, per l’ esattezza a Lizum”.
Piero Gros racconta: “Vincere un Oro Olimpico penso sia il massimo traguardo di un l’atleta di qualsiasi sport. Vincere un Oro Olimpico per il tuo paese ti riempie di soddisfazione, di gioia, di orgoglio, nulla in campo sportivo ha eguali”.
E poi: “Vestire i colori azzurri della Nazionale Azzurra per me è sempre stata una gioia immensa, fin da quando a 16 anni venni convocato per la prima nella Nazionale C di sci e ricevetti la prima divisa con i colori dell’ Italia”. 
grosEd ecco cosa è successo 40 anni dopo, a Sauze d’Oulx, sempre nel racconto di Piero Gros: “Oltre al segno di gratitudine ricevuto dei miei concittadini di Sauze d ‘Oulx, dai giovani atleti e dalle famiglie dello Sci Club di cui sono presidente e di molti appassionati di sci del presente e del passato, ho ricevuto un regalo bellissimo dalla mia famiglia, mia moglie Mami, e i miei figli Giorgio e Giulia mi hanno regalato una splendida Vespa, che è stato il mio primo mezzo di trasporto di quando avevo quattordici anni. Grazie davvero a tutti, quel giorno di tanti anni fa rimarrà per sempre un ricordo indelebile”.