Torna l’incubo valanghe su Venaus. Per ora nessun allarmismo, ma massima allerta nel monitorare la situazione. Nella mattinata di sabato 7 una valanga si è staccata dal vallone del Rio Tiglieretto e ha raggiunto la Strada Statale 25 del Moncenisio in prossimità della Piana di San Martino. Il sindaco Nilo Durbiano, che si è prontamente recato sul posto, fa il punto della situazione: “Sono ormai un paio di settimane che la Commissione Valanghe sta monitorando 24 ore su 24 la situazione con le centraline di rilevazione con  cui si stanno tenendo sotto controllo i parametri di temperatura, vento, quota neve, ecc. La valanga del Tiglieretto è una delle tre che minacciano storicamente Venaus con quelle del Supita e del Croce. In casi normali la valanga del Tiglieretto prendendo il vallone del rio raggiunge il torrente Cenischia a Novalesa non crea grossi problemi. In annate eccezionali come questa, con gli accumuli che ci sono stati, ecco che la valanga può incanalarsi in una valle inclinata di 30 gradi e prendere una nuova direzione. Quella che per capirci porta a monte del Parore”. Approfondimento su La Valsusa del 12 aprile.

Luca Giai

© Riproduzione riservata