E’ una delle più antiche, se non la più antica della valle, la Via Crucis che, venerdì 14 aprile alle 21, percorrerà le vie Villar Focchiardo do. Sarà per questo che non è folclore ma vera manifestazione di fede e di devozione. Anche se, bisogna dirlo, chi partecipa ha proprio l’impressione di entrare nella scena di un film. Personaggi verosimili, dai sommi sacerdoti a Ponzio Pilato, ai soldati romani, agli apostoli, alla Veronica, a Maria e Gesù. E poi riflessione e preghiera.  Le strade del paese si trasformeranno ancora una volta nella Gerusalemme attraversata dalla via dolorosa che porta al Calvario.

Si comincia in chiesa alle 21 con il processo e il popolo che sceglie di liberare Barabba e di condannare Gesù. Poi inizia la Via della Croce e Gesù si incammina, alla luce delle fiaccole, scortato dai soldati e accompagnato da Maria, dalla Veronica, da Nicodemo. A ogni cappella una caduta. Due ore piene e intense per poi risalire in chiesa lungo un fiale illuminato dalle torce accese. Ed ecco le scene finali, con la morte, la deposizione dalla Croce e la “pietà” tra le braccia di Maria. Aspettando il giorno della Risurrezione.