Non sono i soliti camici quelli che sono stati consegnati a Casa Amica di Chiomonte (Casa di Risposo fondata da don Francesco Gros nel 1997), lunedì 27 aprile dalla Confederazione Nazionale dell’Artigianato (CNA) e della ditta DiaStar Group srl.

Si tratta di 110 capi dell’innovativo camice chirurgico S1.14, in tessuto biocida, impermeabile, idrorepellente, termoregolante, annallergico e in grado di essere riutilizzato molteplici volte grazie alla possibilità di poter essere sottoposto a numerosi cicli di sterilizzati in autoclave.

A beneficiarne é la Casa Amica di Chiomonte,  fondata nel 1997 da Don Francesco Gros, per tutta la Comunità conosciuto come Don Fransouä, di proprietà della Fondazione Fransoua e presso cui opera il personale della Cooperativa Sociale che quotidianamente assiste un numero importante di ospiti offrendo loro un fondamentale supporto socio/sanitario, ancor più necessario in questo sfidante periodo, secondo l’ancora viva visione del loro fondatore.

La donazione, raccontata con precisione e puntualità dal sito web Laboratorio Valsusa, consentirà un utilizzo ripetuto dei dispositivi al personale della struttura e della Cooperativa KCS Live, che opera nell’assistenza dei 74 ospiti accolti da Casa Amica. I camici, realizzati in tessuto brevettato, biocida, impermeabile, idrorepellente, termoregolante ed anallergico, potranno infatti essere sterilizzati più volte, mantenendo la loro funzionalità per almeno una cinquantina di lavaggi.

La Diastar Group, inizialmente situata a Collegno ma da gennaio 2020 trasferitasi a Grugliasco, è un’azienda recente come nascita, ma solo sulla carta: pluriennale è infatti la lunga esperienza nel settore dentale e orafo dei suoi tre soci. “Siamo in tre – racconta Paolo Panebianco, uno dei titolari – ed abbiamo sempre prodotto frese e abbigliamento per uso odontoiatrico. Lo facevamo in ambienti differenti, fino a che abbiamo scelto di dare vita alla nuova realtà congiuntamente”.

© Riproduzione riservata