È stato un via vai continuo quello a cui, sabato 30 giugno, si poteva assistere all’Isola del Libro di Giaveno. Un via vai, purtroppo, triste e il più delle volte stupito di quanti, non avendo letto il foglio affisso sulle vetrine con l’avviso “La libreria chiude”, entravano, avanzavano un ordine e si sentivano rispondere dalla titolare: “Mi dispiace, chiudo”. È sempre triste quando un’attività commerciale abbassa definitivamente la saracinesca, ma quando a farlo è una libreria, peraltro storica della città, lo è un po’ di più. E’ accaduto più volte a Torino negli ultimi tempi e i paesi della provincia non sono esenti. Articolo completo su La Valsusa del 5 luglio.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata