Sembra che gli scrittori valsusini si siano davvero affezionati al premio letterario nazionale “Bukowski“, di Viareggio. Infatti, dopo il successo di Matteo Poletti, nell’edizione 2015, con il romanzo “Jam Session“, quest’anno è toccato a Roberto Capocristi (pseudonimo di Roberto Bonavero) che ha trionfato nella categoria  romanzi inediti con il suo “A Sud“. La premiazione è avvenuta sabato 30 giugno, nell’auditorium dell’Hotel Esplanade di Viareggio. Il suo lavoro è stato scelto tra un centinaio di opere pervenute. La giuria è presieduta da Simona Viciani, traduttrice ufficiale delle opere di Charles Bukowski per l’Italia, insieme a Rosa Galli Pellegrini, scrittrice, traduttrice e saggista e Michele Nardini, scrittore, saggista e giornalista. Articolo completo su La Valsusa del 12 luglio.

Giorgio Brezzo

© Riproduzione riservata