Domenica 22 luglio, alle 17, alla Casa delle Culture in via Vittorio Emanuele 24, a Oulx, sarà inaugurata la mostra di pittura di Giovanni Bevilacqua dal titolo “Montagne, nevi, baite…le mie muse”.  La presentazione dell’evento sarà a cura di Mario Marchiando Pacchiola, il noto critico d’arte e organizzatore di mostre a cui seguirà il preludio di Bepi De Marzi, musicista, maestro di organo conosciuto in tutto il mondo per essere l’autore di parole e musica del canto popolare “Signore delle Cime”.  Giovanni Bevilacqua, “Gianni” per gli amici, iniziò a dipingere giovanissimo sotto la guida prima di Borione e poi di Rita Chiesa e Vincenzo Nicoletti, tutti notissimi pittori. Importante fu l’incontro con il suocero Michele Montanari, cantante e pittore, e altri artisti. Diventò socio  e fece parte di alcune Società e Circoli di Artisti di Torino. La sua pittura di stampo impressionistico si ispira alle armonie della natura, in particolare alle montagne della Valle di Susa che ama e frequenta dal 1946. Sue opere sono state esposte nel 2012 nella mostra documentaria “Le nevi di Mario Rigoni Stern”, ad Arcore, e un suo dipinto è nella Collezione civica d’Arte di Palazzo Vittone a Pinerolo. Dal 1975 a oggi  le sue “Personali” hanno impreziosito le Gallerie di Torino, Lanzo, Balme, Paraloup (Cn), Exilles, Salbertrand, Chiomonte.  Bruno Quaranta, Mario Rigoni Stern, Terenzio Grandi e Renzo Guasco di Bevilacqua hanno evidenziato la sua passione per i paesaggi valsusini, i suoi dipinti di villaggi silenziosi, le armonie campestri, i pianori bianchi e azzurri e la montagna oscura e scoscesa mentre Bepi De Marzi lo definisce “Il mio cantore della neve”. L’esposizione rimarrà aperta dal 22 al 29 luglio con il seguente orario: 10.30 – 12 e 16 – 18.30.

Vittorio Moretti

© Riproduzione riservata