E’ l’ultima, ma non nuova, frontiera dei furti in Val Sangone. Ossia spaccano il vetro o rompono il nottolino dell’auto, cercano eventuali chiavi di casa e risalgono all’indirizzo dal libretto di circolazione. Il resto si può immaginare. Se la scorsa settimana abbiamo dato conto della raffica di furti nelle macchine parcheggiate in centro Giaveno mentre i proprietari erano ad un matrimonio, domenica 2 settembre il colpo è andato a segno partendo dalla strada provinciale che porta a Pian Neiretto, oltre Forno di Coazze.

I proprietari avevano lasciato l’auto a bordo strada, come tanti altri, per fare una gita in montagna nella valle del Sellery. Al loro ritorno, la brutta sorpresa: nottolino rotto, libretto sparito e idem le chiavi di casa. I ladri infatti hanno avuto tutto il tempo di andare nell’abitazione e di sottrarre ori e soldi. Quando le malcapitate vittime sono rientrate hanno trovato cassetti e armadi aperti.

Un caso del tutto simile era già stato segnalato la settimana scorsa sulle pagine di Facebook, sullo stesso tratto di strada. E’ quindi opportuno non lasciare in auto né auto né telecomandi dei cancelli elettrici e, se possibile, consigliano le forze dell’ordine, portarsi dietro anche il libretto di circolazione.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata