Nella splendida cornice di Rochemolles, durante l’estate, si sono susseguiti diversi eventi che hanno vivacizzato e deliziato i turisti sempre più numerosi in questo luogo pittoresco.

Tra gli altri, ricordiamo la mostra fotografica di Cristina De Stefani, inaugurata il 31 luglio nel  locale “Les Archive”, ex sede del Comune di Rochemolles.

Si è trattato di un’ esposizione di immagini in bianco e nero riguardanti il “tramonto della vita”,  ritraenti gli ospiti della casa di riposo di Salbertrand “Galambra” i quali, con molto piacere ed orgoglio, sono saliti il giorno dell’inaugurazione fino a Rochemolles per vedere i risultati delle loro “pose” in mezzo alle bolle di sapone.

Assolutamente commovente il risultato che ha rispecchiato in pieno il senso della frase citata sulla locandina: “Ci sono giornate che andrebbero vissute soffiando bolle di sapone e mangiando caramelle di gomma a tutte le età”. Da brividi la foto della coppia di anziani abbracciati oppure quella delle due amiche che si tengono per mano, senza dubbio immagini forti, che hanno  toccato il cuore di tutti coloro che hanno avuto il piacere di visitare la mostra.

Cristina si dice molto soddisfatta del risultato, felice e commossa dai tanti commenti positivi lasciati sul quadernetto a disposizione dei  visitatori e dalle offerte raccolte per  la ristrutturazione della bellissima e antichissima Chiesa della borgata considerata “monumento nazionale”.

Un ringraziamento speciale va anche alla responsabile della Comunità Galambra, ideatrice di questo progetto: Aurora Bianca Prevot nonché a tutti i “galambrini” che hanno accolto l’idea con entusiasmo e si sono prestati volentieri a questo bellissimo “gioco”.

La mostra, a cura della Associazione Vivi-Rochemolles e allestita nei locali messi a disposizione dall’Asso-Agri Rochemolles, si è conclusa il 10 settembre.

Alessia Bellet

© Riproduzione riservata