Sono stati consegnati nei giorni scorsi 60 dispositivi tecnologici (tablet e notebook) per la didattica a distanza ad altrettante famiglie degli studenti della Scuola Secondaria (Medie) e Primaria (Elementari) dell‘Istituto Comprensivo  Centopassi (S.Antonino, Vaie, Borgone, Villar Focchiardo, San Didero) che ne hanno fatto richiesta.

Alcuni di questi notebook e tablet, fanno parte della dotazione già in uso nella scuola, altri sono stati acquistati in seguito all’emergenza sanitaria con appositi fondi messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione e con fondi dal bilancio della scuola, per coprire e soddisfare le esigenze di tutti gli alunni.

“Si tratta di un importante risultato – si legge sul sito del Centopassi – che ha richiesto un enorme sforzo da parte della scuola sotto il profilo economico,  gestionale e organizzativo, raggiunto o grazie al grande lavoro della direzione dei servizi amministrativi dell’Istituto.

Tutti i dispositivi tecnologici consegnati agli alunni sono stati collaudati, predisposti e configurati con il software utile per la Didattica a Distanza, dai docenti dell’equipe tecnologica della scuola, coordinati dall’Animatrice Digitale e con il supporto del nuovo assistente tecnico, messo a disposizione dal Ministero.

I Comuni del Comprensivo si sono fatti carico della distribuzione alle famiglie e, in diversi casi, anche della realizzazione della connessione e degli abbonamenti a Internet. Il Comune di Villar Focchiardo ha inoltre provveduto a procurare e fornire alcuni dispositivi per i suoi piccoli cittadini.

Grazie quindi alla sinergia e alla fattiva collaborazione tra la scuola, i Comuni e i volontari della Protezione Civile, ora tutti gli alunni possono fruire delle attività di Didattica a Distanza e continuare il proprio percorso di apprendimento in questo difficile periodo di emergenza.

La scuola ha inoltre partecipato al bando PON per la “realizzazione Smart Class in scuole del primo ciclo” e risulta assegnataria di un nuovo finanziamento che consentirà l’acquisizione di altri tablet, pc e strumentazione tecnologica”.

© Riproduzione riservata