Un nuovo centro prelievi sarà attivo a Bussoleno da martedì 19 novembre nella sede dell’Avis.

Un partenariato che coinvolge diversi soggetti, per offrire un servizio di prima necessità, a portata di mano dei bussolenesi e di tutti gli abitanti dei paesi limitrofi.

Il progetto, infatti, è il frutto di un lavoro comune tra Asl To3, il Comune e la Cooperativa “Il Sogno di una Cosa” onlus. Coinvolti nel progetto ci saranno anche la Farmacia Garassino e la locale squadra Aib.

Un lavoro corale iniziato ad inizio estate sotto la regia dell’amministrazione guidata da Bruna Consolini.

Sarà dunque possibile effettuare prelievi di sangue ed esami di urinocoltura nei locali Avis messi a disposizione dal Comune. Il servizio sarà coordinato dall’Asl e dalla cooperativa, che metterà a disposizione infermieri abilitati al prelievo.

Spiegano l’assessora Cinzia Richetto e la sindaca Consolini: “Un ruolo fondamentale sarà ricoperto dalla farmacia Garassino, che sarà il centro di raccolta di impegnative e consegna dei referti, e gli Aib che avranno il compito di trasportare i materiali necessari e i referti”.

Il servizio sarà effettuato una volta alla settimana: il martedì, dalle 8 alle 9.15 alla sede Avis di via Traforo 62 (all’interno del cortile dell’Inps) le persone che intenderanno effettuare il prelievo del sangue dovranno prenotarsi alla Farmacia Garassino di via Traforo 25 negli orari di apertura, entro il giovedì precedente al giorno del prelievo, presentando l’impegnativa del medico curante.

Il ritiro referti potrà essere effettuato in farmacia a partire dal giovedì pomeriggio, sia direttamente dall’interessato, sia tramite altra persona da lui delegata, e occorrerà munirsi della ricevuta del ticket, come da procedura Asl.

Aggiunge la sindaca: “Ricordiamo che il servizio inizierà martedì 19, pertanto l’impegnativa dovrà essere consegnata giovedì 15. Oltre agli esami ordinari, sarà possibile effettuare anche gli esami Tao e Inr e questi potranno essere ritirati il martedì stesso del prelievo anziché giovedì”.

© Riproduzione riservata