Nuova vita al “Collegino”: nasce la Gherusìa.

Lunedì 24 maggio, giorno dell’Ausiliatrice, la nuova Residenza per Anziani ha aperto le porte ai primi ospiti. E gradualmente, nel pieno rispetto della normativa covid, altri entreranno nei prossimi giorni.

A regime la nuova struttura potrà ospitare oltre 70 ospiti, tra centro diurno e residenza per anziani.

Dopo decenni di abbandono, l’ex Collegino nel cuore del paese, torna così a vivere grazie alla grande sinergia tra la Fondazione Casa di accoglienza Beato Rosaz che ha concesso il diritto di superficie alla Cooperativa Csda che ha completato l’opera ristrutturando l’immobile, valorizzandone l’originaria forma a crociera.

Articolo completo su La Valsusa del 27 maggio.

Luca Giai

© Riproduzione riservata