Garantire lo svolgimento del referendum del 20 e 21 settembre pur senza interferire con l’avvio delle attività scolastiche è possibile.

Lo dimostra la soluzione individuata nei giorni scorsi dall’amministrazione di Buttigliera Alta per ovviare al problema.

Contrariamente a quanto avviene abitualmente, in occasione delle votazioni ormai prossime le sedi di seggio non saranno infatti collocate nei plessi scolastici, ma all’interno delle due palestre comunali.

Gli elettori, chiamati a seguire scrupolosamente le disposizioni anti-covid e ad accedere ai seggi con la mascherina calata su naso e bocca, non dovranno peraltro modificare il certificato elettorale, che resterà valido indipendentemente dal cambio di luogo.

I seggi 1, 3, 5 e 7 di Capoluogo non si troveranno dunque presso la scuola primaria “Anna Maria Brizio”, ma all’interno della limitrofa palestra di corso Laghi; analogo discorso vale per i seggi 2, 4 e 6 di Ferriera, trasferiti dalla scuola secondaria “Giacomo Jaquerio” di via dei Comuni alla vicina palestra Palabianco.

Servizio su La Valsusa del 10 settembre.

Federica Allasia

© Riproduzione riservata