CAPRIE – Torna alla luce il Medioevo.

Eccezionale scoperta archeologica a Caprie: negli scavi propedeutici al progetto del nuovo edificio scolastico torna alla luce l’antica chiesa medievale risalente probabilmente al 1100 e addirittura indicata come Pieve sotto Santa Maria di Susa.

Una chiesa distrutta da un alluvione del rio Sessi nel 1600.

L’eccezionale ritrovamento è stato compiuto proprio nei prati adiacenti a Viale Kennedy, a poche decine di metri dal palazzo comunale.

Nella mattinata di oggi, venerdì 3 luglio, sul posto è intervenuto anche il dottor Federico Barello, responsabile del patrimonio archeologico della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Torino, accolto dal sindaco Gian Andrea Torasso e da una delegazione di amministratori comunali. Gli scavi proseguiranno come confermano all’unisono il dottor Barello ed il sindaco Torasso: “Si tratta di una scoperta importante che va ulteriormente approfondita e cercheremo di proseguire con lo scavo e con la valorizzazione di quest’area che sapevamo custodire queste tracce della storia di Caprie”.

Sul numero de La Valsusa del 9 luglio tutti i dettagli del ritrovamento.

Luca Giai

© Riproduzione riservata