In pochi paesi la pratica delle antiche “roide” (giornate di lavoro volontario per la comunità) è viva come a Chianocco.

Con le roide si sistemano sentieri, mulattiere e bealere. Quest’anno il volontariato ha permesso di realizzare un lavoro notevole sulla rete irrigua del paese. Sabato 22 maggio l’ultimo atto, il più impegnativo.

Ovvero la pulizia della bealera delle “Loie” che dal rio Prebec alle Strobiette porta l’acqua sino a Pavaglione ed alimenta la rete irrigua di scorrimento e quella in pressione attraverso una vasca di carico.

Articolo completo su La Valsusa del 27 maggio.

Luca Giai

© Riproduzione riservata