C’è una piccola, piccolissima associazione in città, costituita da due soli membri, che, tuttavia, ha fatto e sta facendo molto per Giaveno, soprattutto durante questa pandemia.

È la Omega Onlus, ente fortemente voluto, alla fine del 2014, da Mario D’Agata, marito dell’attuale presidente del Consiglio comunale, Enza Calvo, scomparso alcuni anni fa.

Fabrizio Giai Arcota e Mimmo Paladino– aiutati dalla moglie di quest’ultimo, Mariella Morabito, e da Ilario Rodi – sono i due componenti rimasti “orfani”, ma non si sono scoraggiati:

“Abbiamo iniziato con Mario, nel 2015, seguendo una ventina di famiglie segnalateci dai Servizi sociali — dice Giai Arcota — Adesso, ne sosteniamo una quarantina, tutte residenti a Giaveno, sia di origini italiane sia di origine straniera”.

Servizio su La Valsusa del 4 giugno.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata