Giaveno

A Giaveno c’è una macchina che trasforma le bottiglie di plastica in buoni da spendere

Che la plastica si possa riciclare è risaputo da qualche decennio, ma che le bottiglie di acqua minerale, succo di frutta e della nostra bevanda preferita possano trasformarsi in denaro lo si è scoperto soltanto da qualche anno. A fare da apripista, manco a dirlo, sono stati alcuni Paesi del nord Europa che ai cittadini virtuosi che conferiscono le bottiglie di plastica in appositi punti di raccolta danno in cambio biglietti per i mezzi pubblici e buoni da spendere nelle più svariate attività commerciali.

In Italia qualche tentativo in questa direzione c’è e, per fortuna, sta prendendo sempre più piede. Ne è un esempio il supermercato Crai di via Don Pogolotto, al cui esterno è ospitata da qualche giorno un’apposita macchina che permette di raccogliere le bottiglie in pet.

Ci sembrava un buon modo per coniugare la cura dell’ambiente con l’attenzione verso i nostri clienti”, spiega il titolare, Roberto Giai Via, che aggiunge: “Si tratta di un accordo che Crai ha fatto con Coripet, un consorzio che si occupa di produrre nuove bottiglie di plastica partendo da quelle già utilizzate, dando così origine a un circolo virtuoso che non può che giovare a tutti. In Piemonte le macchine di questo tipo sono già una quarantina e aumenteranno ancora di numero”.

Servizio su La Valsusa del 10 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.