A Giaveno è entrata in vigore l’ordinanza sindacale 216 del 21 ottobre 2019 che vieta il consumo di alcolici nei parchi comunali

“Un provvedimento che va visto con una duplice ottica: se da un lato difende il senso di decoro degli spazi pubblici, dall’altro va visto come un atto che colpisce un fenomeno assai preoccupante: la diffusione dell’alcol tra i minori”, afferma il vicesindaco Patrizio Sgarra.

L’ordinanza di divieto arriva a seguito delle numerose lamentele provenienti dai residenti nelle zone limitrofe ai parchi cittadini; proteste che aumentano d’estate.

Nei mesi estivi abbiamo toccato con mano quanto sia un fenomeno diffuso; pertanto abbiamo deciso di agire sui luoghi che i ragazzi preferiscono per il consumo di questo tipo di sostanza  —continua il vicesindaco — Credo che il provvedimento debba essere, e lo sarà sicuramente, accompagnato da una campagna di sensibilizzazione contro l’abuso di alcol. Ogni anno molti giovani muoiono a causa di questo e delle sue conseguenze e abbiamo ritenuto giusto intervenire in maniera incisiva”.

Grazie a quanto stabilito dall’ordinanza, si può permettere alle forze di polizia locale di intervenire in maniera più efficiente.

“Non si vuole impedire ai giovani di divertirsi, ma occorre che anche loro capiscano che le azioni hanno delle conseguenze — aggiunge il sindaco Carlo Giacone — Il provvedimento è stato preso sia per questioni di decoro pubblico sia per motivi di sicurezza, per evitare che qualcuno possa mettersi alla guida in stato di alterazione, e inoltre per favorire una pacifica convivenza con tutti i fruitori dei parchi, ad esempio le famiglie con bambini”.

A breve verranno anche installate le nuove telecamere e la nuova illuminazione nei parchi pubblici; anche questo contribuirà a scoraggiare il fenomeno.

Per chi non rispetta il divieto sono previste multe da 25 a 500 euro.

© Riproduzione riservata