Stanno per terminare i lavori di restauro che, in questi mesi, hanno riguardato la celebre fontana del Mascherone di Piazza Papa Giovanni XXIII, opera voluta dal cardinale Maurizio di Savoia e realizzata dallo scultore (’l picapere) di Chianocco Giacomo Fontana, nel 1622. Si tratta di un piccolo intervento di restauro che si è reso necessario a causa dell’inesorabile trascorrere del tempo, ma che ha trovato l’opera sostanzialmente in buona salute. La conclusione dei lavori è attesa entro il mese di maggio. Il costo complessivo dei lavori, eseguiti dalla ditta “Chiara Restauri” di Collegno, è stato di circa 11mila euro, parte dei quali versati dal Rotary Club, e ha compreso anche la vetrificazione della vasca. La stessa ditta aveva già restaurato, nel 2016, la Fontana della Venere (ma, in realtà, sarebbe più corretto definirla “Fontana della Ninfa”), anche qui per un costo complessivo di 11mila euro. Sono inoltre iniziati i primi “sondaggi” sulla facciata del quattrocentesco Palazzo Marchini, sede del Comune. All’interno del Parco comunale (e in altre parti della città), inoltre, sono stati piantati cinquemila bulbi di tulipano. Articolo completo su La Valsusa del 19 aprile.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata