Come sta il commercio a Giaveno? Se si osservano i dati riguardanti la morosità riferita alla Tari negli anni che intercorrono fra il 2014 e il 2019 verrebbe da dire non benissimo, anzi.

Al netto dei soliti “furbetti”, i numeri forniti dal Comune e in parte presentati dal sindaco, Carlo Giacone, durante il Consiglio del 15 giugno, sono infatti abbastanza allarmanti e mettono in evidenza come la crisi, del tutto slegata dall’emergenza sanitaria ancora in corso che sicuramente assesterà un’ulteriore “mazzata”, abbia colpito trasversalmente un po’ tutte le categorie.

Su 36 ristoranti operanti, ben 20 esercizi, più del 50%, hanno maturato debiti nei confronti del Comune per un totale di 248623 euro nei sei anni presi in esame.

Non va meglio ai bar: su 50 posizioni, 29 hanno debiti con l’Amministrazione per un ammontare complessivo di 158129 euro.

Su 14 negozi di fiori e ortofrutta soltanto 5 hanno saldato i loro conti, mentre per gli altri 9 il debito ammonta a 73387 euro.

Servizio su La Valsusa del 25 giugno.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata