È una vera è propria farmacia letteraria quella che, lunedì 2 dicembre, ha aperto i battenti all’interno dell’ambulatorio medico dei dottori Maurizio Arnaud ed Elisabetta Vienna, in via Stazione.

Grazie a un po’ di fantasia e a un comodino trasformato per l’occasione in una minilibreria, i pazienti dei due medici di famiglia potranno infatti prendere e portarsi a casa gratuitamente il libro che più aggrada loro, per poi “liberarlo” in un altro punto di scambio oppure, semplicemente, riportarlo indietro, in modo che qualcun altro lo possa leggere.

Si chiama book crossing e non è un’idea nuova, ma che si faccia all’interno di un ambulatorio medico non è una cosa così comune, almeno non dalle nostre parti.

Servizio su La Valsusa del 12 dicembre.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata