Ha preso il via mercoledì 10 ottobre, con “Che cos’è il francoprovenzale? Per capire chi siamo e che cosa parliamo” il corso base di lingua francoprovenzale organizzato dalla Chambra d’Oc e tenuto da Matteo Ghiotto.

Articolato in nove incontri, tutti dalle ore 20.30 alle ore 23 nella sede del municipio in via Susa 19, è rivolto al personale della pubblica amministrazione e aperto agli operatori culturali e a tutti i cittadini. Le lezioni permettono di imparare gli elementi fondamentali del francoprovenzale (lessico, fonetica e semantica) attraverso attività che spaziano dal racconto alla toponomastica, dalla conversazione alla traduzione, con una particolare attenzione rivolta alla varietà novalicense.

In particolare i temi trattati saranno: “Elementi di conversazione: le forme di saluto e di cortesia. L’articolo, il maschile e il femminile dei nomi e degli aggettivi, il singolare e il plurale”; “La scrittura e la lettura in lingua francoprovenzale. Come posso scrivere e leggere il francoprovenzale di Novalesa?”; “Tante parole intorno a noi! Io dico così e tu come dici?”; “Guardiamo insieme ‘Lou tsamin francoprouvensal’: che cosa c’è oltre le Alpi?”; “La complessità del francoprovenzale attraverso il racconto e la traduzione come strumento di apprendimento. Usiamo il francoprovenzale con ‘Il Piccolo Principe’; “I modi di dire e i nomi dei luoghi. La ricchezza del francoprovenzale nella quotidianità”; “Il francoprovenzale di Novalesa attraverso le voci di coloro che lo hanno scritto”; “Proviamo a parlare senza vergognarci”.

La partecipazione è gratuita.

Sara Ghiotto

© Riproduzione riservata